“L’Italia sono anch’io” il 6 marzo la consegna delle firme

09/02/2012 di Redazione
“L’Italia sono anch’io” il 6 marzo la consegna delle firme

Si intensifica la campagna di raccolta firme "L'Italia sono anch'io", giorno per la presentazione delle due proposte di legge di iniziativa popolare il 6 marzo. Ricordiamo che la campagna prevede la revisione delle norme sulla cittadinanza (la legge 91 del 1992) e il diritto al voto alle elezioni amministrative per gli immigrati residenti in Italia da almeno 5 anni. L'iniziativa è nata qualche mese fa a Cecina durante il meeting internazionale antirazzista. "Abbiamo già largamente superato le 50 mila necessarie. A dircelo sono le persone impegnate in questo lavoro dai quali abbiamo appreso che il numero complessivo ormai è vicino alle 70 mila unità. Resta solo da superare il problema tecnico-burocratico della spedizione delle stesse firme, che prima devono essere sottoposte al controllo nei comuni dove sono state raccolte, per verificare l'iscrizione alle liste elettorali delle persone che hanno aderito alla Campagna", dichiara Filippo Miraglia, che segue la campagna per Arci. Il Comitato nazionale della "Campagna l'Italia sono anch'io" ricorda ai comitati territoriali e alle segreterie comunali che i moduli compilati devono essere spediti al più presto alla sede nazionale della CGIL, Ufficio Immigrazione - Campagna L'Italia Sono Anch'io, Corso Italia 25, 00198, Roma - e devono essere già corredati della certificazione elettorale, proprio per facilitare il lavoro di verifica delle firme ricevute. Si ricorda, inotre, che per quanto riguarda i firmatari non residenti, i comitati territoriali devono provvedere direttamente alla richiesta dei certificati elettorali ai Comuni di appartenenza e al loro inserimento nei moduli con le firme, prima di spedire il tutto alla CGIL nazionale. La scadenza ultima è fissata per lunedì 20 febbraio.

http://www.litaliasonoanchio.it/