Agricoltura, gravi i danni in tutta la regione

09/02/2012 di Redazione
Agricoltura, gravi i danni in tutta la regione

Se in città la situazione lentamente migliora, nelle campagne resta difficilissima. Il freddo sta «bruciando» le coltivazioni in campo aperto e danneggiando anche quelle in serra a causa dei danni registrati alle strutture, oltre a distruggere quelle già raccolte in attesa di andare nei mercati. E anche molti allevamenti, soprattutto nella provincia di Frosinone, restano isolati. E allarmismi ci sono anche per viti e olivi, e facendo riferimento alla grande nevicata del 1985 il presidente della Coldiretti Ciociara dice "Gli effetti di quella situazione durarono anni". Nella nostra regione per un po' sarà difficile anche trovare le verdure spontanee. Ed anche nelle zone limitrofe alla Capitale la situazione non è di certo migliore. Afferma il presidente locale Coldiretti David Granieri  "Inizialmente avevamo stimato 2 milioni ma ora ai danni alle coltivazioni si sono aggiunti quelli infrastrutturali come i crolli di diversi capannoni e stalle. Le colture orticole invernali sono completamente andate e il fieno da rimessaggio è compromesso e andrà rilavorato di nuovo". In tuttoil Lazionon sarà semplice fare una conta dei danni per la complessità dl territorio e bisognerà aspettare sicuramente che la situazione si normalizzi