Siglato l’accordo “Costruiamo insieme”

16/02/2012 di Redazione
Siglato l’accordo “Costruiamo insieme”

Si chiama "Costruiamo insieme" l'accordo siglato dalla Regione Lazio col ministero del Lavoro e delle Politiche sociali e presentato a Roma dall'assessore alle Politiche sociali e Famiglia della Regione Lazio, Aldo Forte e Natale Forlani, direttore generale dell'Immigrazione del ministero del Lavoro e delle Politiche sociali. L'accordo consiste nel recuperare edifici dismessi o sottratti alle mafie e realizzare strutture per l'integrazione alloggiativa dei migranti. Ma non solo, infatti il progetto prevede di offrire formazione professionale edile riconosciuta ai migranti L'accordo, finanziato con 1,5 milioni di euro, con una quota di cofinanziamento da parte della Regione di 500 mila euro, ha lo scopo di "rafforzare le misure di integrazione alloggiativa dei cittadini immigrati mediante la sperimentazione di un modello che coinvolga enti locali, scuole edili e associazioni di riferimento e i lavoratori immigrati che versano in condizioni di disagio socio-occupazionale", spiega l'assessore Forte. E continua "Attraverso questo progetto formeremo 60 immigrati che poi verranno utilizzati nelle operazioni di ristrutturazione di immobili che verranno individuati attraverso un bando sul territorio regionale, meglio ancora se sottratti alle mafie. Recupereremo immobili che in molti casi sono in preda all'abbandono e al degrado e utilizzeremo questi immobili per alloggi sociali per immigrati in difficoltà". Il progetto avrà una durata di 18 mesi e si rivolge a migranti, richiedenti asilo o titolari di protezione internazionale, regolarmente presenti sul territorio del Lazio con particolare disagio socio-occupazionale. La formazione durerà tra i cinque e i sette mesi con corsi di 600-1000 ore e moduli settimanali di 40 ore. I partecipanti alla formazione riceveranno una borsa lavoro e al termine del corso gli verrà rilasciato un attestato di formazione professionale riconosciuto.