Sciolta la neve continuano i disagi

09/02/2012 di Redazione
Sciolta la neve continuano i disagi

La Procura di Roma ha avviato un'inchiesta a seguito dei disagi e disservizi derivati dall'ondata di maltempo avvenuta negli scorsi giorni. "Un modello45", ossia un fascicolo senza ipotesi di reato e senza indagati. Non sono mancate le denunce da parte delle associazioni dei consumatori, infatti Adoc e Codacons, hanno contestato i disagi perla mobilità. Colpevoli, secondo le associazioni,  Comune, Protezione Civile, Anas ed Enel. Intanto Alemanno, in allerta per i nuovi bollettini meteo, avrebbe programmato "una serie di riunioni in Prefettura, in Regione e nella sala operativa del Campidoglio, per avere nel pomeriggio un quadro complessivo dell' allerta meteo". Incontri anche con l'Astral (Azienda strade Lazio) assieme alle 5 province, Roma Capitale, tutte le altre società e realtà interessate per definire le modalità di intervento per affrontare l'emergenza di questi giorni e prevenzione in vista dell'ondata di maltempo prevista per il fine settimana. Però le polemiche continuano ad esserci, nonostante quasi una settimana sia passata da quel venerdì di neve. Ad esempio "in viale delle Medaglie d'oro il traffico è bloccato dalle 8 di mattina. La gente deve scendere dagli autobus e andare a piedi perchéla strada Panoramicaè ancora bloccata ed essendo ad oggi l'unica via di sbocco per andare a prendere la Metropolitana in piazzale degli Eroi, la situazione è diventata insostenibile, i cittadini sono imbufaliti. Perché nessuno ha pensato di pulire la strada?", denuncia Pedica, sentaore dell'Idv.  Ricordiamo anche la riapertura delle scuole, su 1372 tre non hanno potuto riaprire a causa del malfunzionamento degli impianti, problemi alle tubature o infiltrazioni d'acqua.

La situazione invece non vede miglioramenti in zone come quella di Valmontone, ancora senza energia elettrica. Egidio Calvano, sindaco della cittadina, ha spedito, una lettera urgente alla Prefettura di Roma, alla Protezione Civile della Regione Lazio e alla Sala Situazione Italia della Protezione Civile Nazionale chiedendo di intervenire presso l'Enel per favorire il ritorno alla normalità. Meglio non va a Rieti, con i pendolari bloccati, visto che il deposito Cotral è sommerso dalla neve come del resto la strada principale. A Viterbo, per cessata emergenza neve e gelo, sono state riaperte tutte le strade provinciali. Esclusa dall'elenco solo la Bolsenese nel tratto compreso trala Umbro Casentinesee l'incrocio con il vecchio tronco Bolsenese, in direzione Orvieto. Anche nel frusinate la situazione stenta a migliorare, persiste ancora l'irraggiungibilità di alcune zone e la mancanza di energia elettrica e flusso idrico.