Ad Ostia con gli sci

05/04/2012 di Redazione
Ad Ostia con gli sci

Una pista di sci sul litorale romano. Dopo un inverno dominato dalla cosiddetta emergenze neve il Campidoglio scivola sulla proposta del consigliere del Pdl, Augusto Bonvicini.  Il progetto di un impianto sportivo invernale, del valore di 1,5 milioni di euro, che dovrebbe sorgere in una pineta di Ostia è stato, infatti, inserito tra le voci del bilancio 2012 del Campidoglio. A dare notizia della strana proposta è stato Paolo Orneli, un consigliere Pd del XIII Municipio al termine della discussione in Consiglio della proposta di bilancio di Roma Capitale.  «Io non ho più parole - ha affermato il consigliere- siamo nelle mani di una banda di cialtroni».  La conferma è arrivata dallo stesso promotore ed ideatore del progetto "Mi sono ispirato a Dubai - ammette Bonvicini -Realizzeremo un impianto con due piste da sci di 70 e90 metri". E aggiunge  "Se non ci saranno intoppi credo che i lavori potranno cominciare entro l'anno". Secondo quanto riferito dal Campidoglio, infatti, il progetto "non ha avuto il parere favorevole di Roma Capitale. Bisognerà verificare se si tratta di un progetto strategico per il Municipio, se è conforme alle linee programmatiche, se è compatibile con gli strumenti urbanistici, se l'investimento proposto ha un'utilità pubblica. Va infine sottolineato che proprio ieri un odg, contenente un'espressione di valutazione politica contraria all'iniziativa, è stato approvato dal Consiglio del XIII Municipio". Ma la bufera politica esplode. "Alemanno ci stupisce ogni giorno di più. Oggi veniamo a scoprire che la stangata sulle tasse ai romani servirà anche per finanziare la folle idea di una pista da sci sul litorale di Ostia, con tanto di sparaneve- attacca Marco Miccoli segretario del Pd Roma -  "L'aumento del 20% sulla tassa dei rifiuti, l'aumento ad un euro e mezzo del biglietto dei mezzi pubblici e la stangata sulla tassa della casa serviranno quindi per creare piste per lo slalom, per la discesa libera e per il supergigante sulla spiaggia del litorale romano. Siamo di fronte all'ennesimo atto di malgoverno del peggior sindaco che Roma abbia mai avuto". Replica il presidente della Commissione Bilancio, Federico Guidi: "Non costerà nemmeno un euro ai cittadini romani il progetto del Municipio XIII di costruire una pista di sci. Il progetto, oggettivamente curioso, sarà infatti interamente a carico del privato proponente che lo realizzerà tramite project financing. Se tale progetto funzionerà porterà eventualmente sviluppo ed occupazione oltre che un beneficio per i cittadini di quel territorio che potranno usufruire di ulteriori opere pubbliche da realizzarsi utilizzando gli oneri versati dal privato proponente. Anche in questo caso la sinistra, che in un tempo passato voleva realizzare le funivie sul Tevere, e le seggiovie da piazzale Clodio, impari a verificare le cose prima di parlare incautamente". Critico anche Luigi Nieri, capogruppo di Sinistra ecologia Libertà nel Consiglio regionale. "Invece di valorizzare un patrimonio straordinario come quello del litorale romano, con alcune aree di pregio come quella di Capocotta abbandonate al degrado, il Sindaco di Roma ha deciso di inserire nel bilancio comunale una pista da sci a Ostia. Se non fosse per i danni ambientali che un progetto simile rischia di causare, nonché per l'insensatezza di una simile idea, ci sarebbe da ridere. Peccato sia stata proprio la neve a consacrare l'inefficienza del sindaco di Roma. Un tema sul quale Alemanno continua a scivolare. Per fortuna, in questo caso, siamo di fronte all'ennesimo progetto irrealizzabile, grazie ai vincoli ambientali presenti nel territorio di Ostia".