Tunisini dispersi, ancora nessuna novità

05/04/2012 di Redazione
Tunisini dispersi, ancora nessuna novità

Continua la mobilitazione della delegazione delle famiglie dei Tunisini dispersi. Si è svolto il 30 marzo, davanti l'Ambasciata tunisina a Roma un sit-in dei collettivi di donne della campagna 'Da una sponda all'altra: vite che contano' e tanti altri gruppi romani per avere notizie sulla sorte dei dispersi. "Sappiamo che le impronte digitali sono arrivate in Italia. Ci hanno detto che il formato non era compatibile e che andavano rinviate, ma poi non abbiamo saputo più niente. Su uno striscione si legge «Degage Ambassadeur»: vai via ambasciatore. il rappresentante del Governo tunisino in Italia è criticato perché non si sta facendo carico della disperazione delle madri, dei parenti degli scomparsi  e soprattutto non collabora con le istituzioni italiane per il ritrovamento dei ragazzi. In contemporanea con la protesta romana, a Tunisi una delegazione di mamme protestava allo stesso modo davanti all'ambasciata italiana, creando un ponte di forte comunicazione tra Italia e Tunisia.