ATAC, che confusione!

17/05/2012 di Redazione
ATAC, che confusione!

Nella bufera delle nuove tariffe dell'Atac gli assessori Aurigemma e Belviso assicurano che le agevolazioni rimarranno per tutti i disabili, indipendentemente dal reddito. L' Atac però dice di non saperne nulla e sul suo sito ancora riporta lo sbarramento Isee di 20mila euro per accedere agli sconti. E nella confusione generale, gli utenti continuano a prendere d'assalto gli sportelli. Comincia tutto dalla diffusione dei 15mila depliant dell'Atac ai romani, che informano sulla rivoluzione delle tariffe. Secondo la delibera di giunta numero 53, scompaiono  le card mensili per anziani, disabili e studenti e scattano gli aumenti.  Gli abbonamenti annuali agevolati vengono rimodulati sulla base dei redditi Isee: fino a 10mila euro di reddito annuo tessera da 20 euro, fino a 15mila tessera da 35 euro, fino a 20mila abbonamento da 50. Per tutti gli altri con redditi superiori c'è il salto all'abbonamento ordinario: 250 euro al posto dei 230 degli anni precedenti. Dopo la diffusione delle cifre sono iniziate le proteste degli utenti svantaggiati, dei disabili e delle loro famiglie che si vedono improvvisamente privati delle agevolazioni nonostante gli handicap. Di conseguenza il Pd fa pressing per rivedere la delibera e una manifestazione porta l'istanza al Campidoglio. Il vicesindaco Sveva Belviso e l'assessore alla Mobilità Antonello Aurigemma si sarebbero dunque impegnati a reintrodurre le agevolazioni sotto altra forma, ma l'Atac continua a sostenere le disposizioni precedenti nelle risposte agli utenti che telefonano per informazioni e sul suo sito. Intanto la scadenza del 25 maggio fa paura e centinaia di passeggeri che si precipitano agli sportelli dei municipi per presentare la documentazione richiesta. "Scene inverosimili-racconta un utente poliomelitico -allo sportello del V Municipio c'è chi si mette in fila dalle 6.30, alle 8 c'è la ressa e neanche una sedia per riposarsi nell'attesa". "La giunta Alemannometta un punto definitivo al quadro delle agevolazioni che riguardano le persone con disabilità- chiede il consigliere Pd Daniele Ozzimo- a vicenda inizia ad assumere le caratteristiche di una pessima telenovela che purtroppo sta creando caos, pesanti disagi e file agli sportelli". Aurigemma rassicura: "Non solo abbiamo mantenuto le agevolazioni, ma le abbiamo anche incrementate. Per chi ha un reddito Isee fino a 10mila euro la tessera annuale sarà di 20 euro, fino a 15mila sarà di 35 euro. I disabili che non presentano documentazione Isee o il cui Isee supera i 15mila euro pagheranno comunque 50 euro il loro abbonamento annuale e potranno anche corrisponderlo in rate mensili". Di certo, quella che comincerà il 25 maggio, per Atac e passeggeri, sarà una vera rivoluzione. Il biglietto valido per una corsa costerà 1,5 euro, quello di un giorno costerà sei euro (era a 4) quello per tre giorni (che evidentemente può tornare utile ai turisti...) va da 11 a16,5 euro, e quello per una settimana ne costerà 24 (era a 16). L' abbonamento mensile Metrebus Roma, che consente di utilizzare tutti i mezzi pubblici di Roma, costerà 35 euro e quello impersonale, utilizzabile da persone diverse, ne costerà 53. Gli studenti avranno un mese (giugno) nel quale potranno ottenere l' abbonamento mensile alle vecchie condizioni, a diciotto euro. Dal 25 maggio entreranno in vigore le nuove tariffe Metrebus, ma fino al 31 luglio tutti i titoli ancora in circolazione resteranno validi. A partire dal 1 agosto e fino al 31 ottobre i vecchi titoli relativi alla precedente tariffa dovranno essere sostituiti con i nuovi, pagando anche la differenza presso tutte le biglietterie Atac. Gli abbonamenti annuali avranno invece validità fino alla naturale scadenza. I giovani e gli studenti che avranno diritto all'agevolazione potranno richiedere la Metrebus card, registrandosi al sito internet www.atac.roma.it, sezione: abbonamenti agevolati. Una volta completata la registrazione, gli aventi diritto riceveranno una mail con le indicazioni per ottenere il nuovo titolo di viaggio.