Diamocidafare: continua la raccolta firme per la delibera di inziativa popolare

03/05/2012 di Redazione
Diamocidafare: continua la raccolta firme per la delibera di inziativa popolare

Continua la raccolta firme per Roma verso rifiuti zero. Sabato 5 maggio saremo presenti alla manifestazione "Roma non si vende", appuntamento alle ore15.00 in Piazza Vittorio.
Intanto è finito aprile e in questi quattro mesi del 2012 il sistema AMA-Cerroni non ha mosso un grammo di monnezza in più versola differenziata. Romachiuderà il 2012 ben lontana dal 65% di raccolta differenziata. Ma la mobilitazione continua, in questi 8 mesi è possibile un piano straordinario almeno per chiudere l'anno nella legalità e quindi con il 65% di differenziata al 31 dicembre.  Qualche aggiornamento: quattro novità sul fronte dei rifiuti a Roma. Ama fa sapere che il 20% delle utenze non paga la TARI tassa sui rifiuti e che sono così evasi oltre 150 milioni. Da segnalare che  il 45% dei locali commerciali non  paga la tassa sui rifiuti. Per un accordo tra ANCI e CONAI anche a Roma la plastica bianca (piatti e bicchieri di plastica) è conferibile nella riciclabile e può essere immessa nel cassonetto blu  del multi materiale. AMA conferirà una plastica più pulita al Conai, dal 1 maggio. Ancora nulla di fatto nei tavoli tecnici tra Ministero dell'Ambiente, Regione Lazio, Commissario Pecoraro, Provincia di Roma, Comune di Roma, tutto rimandato al post elezioni e probabilmente una nuova proroga per Malagrotta. Infatti ancora stenta a mancare un accordo visto che è stata declinata anche l'ultima proposta di Clini, Monte Carnevale.  Intanto i Comitati popolari Rifiuti Zero e Diamocidafare intensificheranno le iniziative per: raddoppio dei conferimenti al Conai, raddoppio dell'umido differenziato, raddoppio della popolazione servita dal porta a porta, diffusione e promozione di educazione al consumo, al riuso, alla differenziazione.

www.diamocidafare.com