Giornata Mondiale del rifugiato a Piazza Vittorio: "Primavera Mediterranea dei Diritti Umani"

21/06/2012 di Redazione
Giornata Mondiale del rifugiato a Piazza Vittorio: "Primavera Mediterranea dei Diritti Umani"

Domenica 17 giugno, per l'intero pomeriggio fino alla sera, si è svolta presso i Giardini di Piazza Vittorio la giornata organizzata da FOCUS-Casa dei Diritti Sociali "Primavera Mediterranea dei Diritti Umani - Dai choucha camp alle baracche metropolitane: tra vite sospese ed esistenze negate. Diamo futuro ai progetti di vita e ai diritti fondamentali". L'iniziativa, proposta in occasione della Giornata Mondiale del Rifugiato2012, haavuto un programma intenso e diversificato.
Si è cominciato alle 15.00 con la finale della V edizione del Torneo Internazionale di Scacchi per i diritti umani e la cittadinanza interculturale, e che ha visto la partecipazione di numerosi studenti della scuola di italiano di via Giolitti, ma non solo. Il torneo, realizzato grazie alla collaborazione di UISP-Lega scacchi e del maestro Marco Ottavi, si è concluso intorno alle 18.30 con la premiazione dei vincitori. Al primo posto si è classificato Ibrahim Abuselam, Eritrea, al secondo posto Umar Kayaan, dal Bangladesh e Al terzo posto Fadil Douam dal Marocco. È seguito un intenso momento di lettura di poesie e brani tratti dall'antologia "Poesia dell'esilio", a cura di Gli Osceni Fauni - Apollo1 e Incontri di civiltà. Hanno letto e interpretato: Sarina Aletta, Francesca Bellino, Tiziana Colusso, Marco Palladini, Jonida Prifti, Lidia Riviello. A conclusione del reading, un ricco buffet di cibi e bevande, che in realtà ha accompagnato tutto l'evento, ha permesso di rifocillarsi e rinfrescarsi dal torrido caldo della giornata, che però non ha scalfito l'entusiasmo dei partecipanti. L'ultimo momento della giornata, come da programma, ha previsto la proiezione del film documentario "Mare deserto" prodotto dalla Radiotelevisione Svizzera Italiana RSI. Il documentario, presentato da uno dei registi, il giornalista Emiliano Bos, e dall'avvocatoStefano Greco, responsabile dell'Ufficio legale di FOCUS-Casa dei Diritti Sociali, racconta la drammatica vicenda di un'imbarcazione proveniente dalla Libia e non soccorsa nel Mediterraneo. La mancata prestazione dei soccorsi e il respingimento verso lo Stato libico hanno causato la morte di 63 dei 72 passeggeri, tra cui 2 neonati, che stavano tentando disperatamente di raggiungere le coste italiane. La vicenda, che purtroppo non rappresenta un caso isolato ma si ripete spesso nel nostro Mar Mediterraneo provocando un altissimo e inaccettabile numero di morti, ha determinato un'inchiesta che ha coinvolto anche la NATO, che dall'inizio della guerra in Libia sorveglia in modo massiccio il Mediterraneo con potenti strumentazioni tecnologiche, e un'indagine da parte del Consiglio d'Europa. L'evento, che si è concluso a tarda serata, è stato molto interessante perché popolare e partecipato, in quanto ha costituito un punto di attrazione per tutti i frequentatori della piazza che, incuriositi e interessati, hanno preso parte e assistito ai vari momenti.
L'iniziativa, però, ha soprattutto rappresentato un'occasione molto importante per ribadire, all'approssimarsi della 12° Giornata mondiale del Rifugiato, il nostro impegno per una Primavera Mediterranea dei Diritti Umani e per il diritto d'asilo, per condividere le nostre riflessioni con il quartiere e con tutte le persone che lo vivono e per contribuire a mantenere vivo un discorso pubblico su questi temi.
Ringraziamo tutti coloro che hanno partecipato e che, a titolo volontario, hanno dato il loro preziosissimo sostegno, contribuendo all'ottima riuscita della giornata.