Monti dell’Ortaccio: scavi senza autorizzazione

20/09/2012 di Redazione
Monti dell’Ortaccio: scavi senza autorizzazione

Si è aperto un nuovo fronte nella battaglia sulla nuova discarica temporanea dei Monti dell'Ortaccio. Dalla relazione dei vigili urbani risulterebbe infatti che le opere di scavo e preparazione non avrebbero le adeguate autorizzazioni. Il presidente dell'XV municipio Gianni Paris, promotore della richiesta di accertamenti, denuncia: "dalla relazione del comandante del XV gruppo della Polizia Municipale risulta che le attività di preparazione dell'invaso sono completamente prive di autorizzazione". L'incartamento verrà mandato in Procura, dove sulla questione rifiuti è già aperta un'inchiesta: tutto questo alla vigilia della conferenza dei servizi prevista per il 24 settembre. "Ho ricevuto oggi - precisa il minisindaco Paris - la nota del Comandante del XV Gruppo della Polizia Municipale, Lorenzo Botta, che su mia precisa richiesta, riferisce i risultati dei nuovi controlli sull'area dei Monti dell'Ortaccio. Dalla sua relazione risulta che le attività di preparazione dell'invaso, che si vorrebbe destinare alla nuova discarica di Roma, sono completamente prive di autorizzazione". Paris si chiede inoltre dove siano finiti "i milioni di metri cubi di terra" asportati da Monti dell'Ortaccio per realizzare l'invaso e se perciò "si può parlare per questa terra rimossa di traffico illegale di rifiuti e, quindi, di un vero e proprio disastro ambientale". Nel frattempo il presidente della commissione Sicurezza del Campidoglio Fabrizio Santori, presenterà un dossier che, dichiara, "sarà utile certamente anche alle indagini in corso della Procura di Roma e dei carabinieri del Noe, ma anche un documento dal quale non può prescindere l'imminente conferenza dei servizi poiché testimonia un disastro ambientale".