Torvaianica, esalazioni di cherosene intossicano decine di persone

06/09/2012 di Redazione
Torvaianica, esalazioni di cherosene intossicano decine di persone

Ancora non è chiaro cos'è successo lunedì 3 settembre a Torvaianica, nelle vicinanze dell'aeroporto militare di Pratica di Mare, quando decine di persone hanno accusato svenimenti, nausee, giramenti di testa.  Una mamma con il figlio sono stati trasportati in ospedale, mentre altre persone sono state soccorse con bombole di ossigeno. La causa? Con ogni probabilità le esalazioni provenienti da un canale di bonifica che si è improvvisamente riempito  di cherosene. L'allarme al 115 e al 118 è stato dato nel pomeriggio, quando tra gli abitanti di via Po, una strada tra la spiaggia e la recinzione che costeggia lo scalo, sono stati avvertiti i primi malori. Stessi sintomi per molte persone: conati, capogiri, addirittura perdita di sensi. La zona è stata transennata dai carabinieri e quattro ambulanze hanno portato in ospedale i casi più gravi. Secondo i vigili del fuoco della caserma di Pomezia il carburante è uscito da una cisterna all'interno dell'aeroporto militare, che ospita il reparto sperimentale dell'Aeronautica. Ma è impossibile indicare con esattezza il deposito in cui si è verificata la perdita perché il personale del 115 non è entrato nello scalo, limitandosi ad aspirare il cherosene con un'autopompa. L'episodio ha ovviamente preoccupato gli abitanti della zona, che pretendono di conoscere le cause e chiedono un immediato intervento alla base della perdita: "Il cherosene è finito nel canale in grandi quantità. È evidente che c'è anche un problema di sicurezza. Una cisterna che perde carburante rappresenta un rischio pesante sia per chi per chi vive a Torvaianica che per chi lavora in aeroporto".