Sanatoria: in arrivo i bollettini per i contributi arretrati

25/10/2012 di Redazione
Sanatoria: in arrivo i bollettini per i contributi arretrati

I datori di lavoro che hanno già versato mille euro per la sanatoria, adesso dovranno provvedere anche al pagamento dei bollettini MAV. L'Inps sta inviando i bollettini per il versamento dei contributi arretrati che come prevede la legge, devono coprire almeno i due trimestri maggio-luglio e agosto-ottobre 2012. Gli importi sono già indicati sui bollettini, pagabili in banca o negli uffici postali, e sono stati calcolati dall'Inps in base alla qualifica del lavoratore e alle ore di lavoro indicate nella domanda di emersione. Ad esempio i contributi per una  colf parttime sono di circa trecentocinquanta euro a trimestre, quelli per una badante convivente possono sfiorare i settecento. Ricevuti i bollettini, il datore di lavoro ha trenta giorni per pagare. Il mancato versamento dei sei  mesi di contributi arretrati non permetterà di portare a terminela regolarizzazione. Ese per il lavoratore questo vorrà dire rimediare un'espulsione, per il datore significherà andare incontro alle sanzioni (cinquemila euro di multa e tre anni di reclusione, tanto per citarne una) previste per chi impiega immigrati irregolari.