Tivoli: la Procura apre un’indagine sulla Trelleborg

11/10/2012 di Redazione
Tivoli: la Procura apre un’indagine sulla Trelleborg

La Procura di Tivoli ha aperto un'indagine sulla fabbrica Trelleborg di Villa Adriana.Tra i cittadini la notizia dell'indagine aperta rappresenta una sorpresa anche se tutti sanno chela fabbrica Trelleborgè un'anomalia nel tessuto urbano di Villa Adriana e di Tivoli. Gianni Innocenti, il presidente di Legambiente Tivoli e portavoce del Comitato Uniti contro le discariche afferma "Ce ne siamo accorti durante le proteste contro la discarica di Villa Adriana, spesso le persone che ci incontravano mostravano molte preoccupazioni, ci dicevano che qui la situazione è pesante, ci sono troppi casi di malattie, di tumori e di leucemie".Durante i giorni caldi in cui la nuova discarica da realizzare a pochi passi dalla Villa dell'imperatore Adriano sembrava imminente, venne richiesto al sindaco di avviare un'indagine epidemiologica sulla cittadinanza. Continua Innocenti "Il sindaco mi aveva fatto sapere che l'indagine era stata avviata, poi però non abbiamo più avuto informazioni di questo tipo. Villa Adriana è come un paese per noi è importante capire se si tratta di una percezione amplificata dal fatto che si conoscono quasi tutti o se esiste un problema reale in merito a queste malattie. Ora alla luce di questo torneremo alla carica è indispensabile si faccia chiarezza. Lo stabilimento Trelleborg è una presenza storica, ma dobbiamo capire se in passato ha inquinato e se continua ad inquinare". Marco Vincenziattuale assessore provinciale alla mobilità del Comune di Tivoli dichiara "Qualche anno fa, c'era un problema di inquinamento delle falde acquifere e l'azienda, che aveva ereditato questo problema dal passato, su indicazione della Asl aveva predisposto un piano di bonifica. Fino al 2006 c'era questa situazione, ora non so come sia finita. Di sicuro, in passato non abbiamo mai ricevuto esposti dei cittadini sul problema dell'aria, ma ora chiederemo trasparenza sui dati della Asl. La Trelleborg è un'azienda importante che dà lavoro a centinaia di persone, ma intorno c'è anche una comunità di oltre diecimila abitanti da tutelare".