Via Albalonga: il parcheggio non si farà, ma rimangono i disagi

18/10/2012 di Redazione
Via Albalonga: il parcheggio non si farà, ma rimangono i disagi

È stata scritta la parola fine alla complicata vicenda del PUP di via Albalonga? Il parcheggio interrato non si farà, dopo le proteste dei residenti, ma i disagi dovuti ai lavori restano: la via infatti è ancora oggi un cantiere abbandonato, dove le strumentazioni per i lavori giacciono accanto ai rifiuti. La vicenda comincia nel febbraio dello scorso anno, quando l'azienda appaltatrice, "Del Sole e Del Mare", inizia i lavori. Secondo il comitato dei cittadini  a guidarla è Michele Di Veroli, coinvolto poi, sempre nel 2011, nell'inchiesta legata all'ex presidente di Confcommercio Pambianchi. I residenti non ci stanno e chiedono una perizia da parte di esperti, che esprimono forti perplessità sul progetto: "il problema - dicono i cittadini - è che gli edifici sono costruiti non col cemento, ma a pozzi e barulle. E il terreno della via è di riporto". In seguito alle pressioni del Comitato vengono richieste all'azienda maggiori garanzie, come la disposizione di strutture di monitoraggio della falda acquifera e dei fabbricati. Ed è in questo momento che i lavori si interrompono, anche per le condizioni economiche dell'impresa edilizia: quando però che il taglio degli alberi e il deterioramento del sistema fognario sono già avvenuti.