Decreto salva-infrazioni: in arrivo il congedo parentale

06/12/2012 di Redazione
Decreto salva-infrazioni: in arrivo il congedo parentale

La bozza del dl "salva-infrazioni", con cui il governo cerca di porre riparo alle 21 procedure di infrazione aperte dalla Ue nei confronti dell'Italia, propone il congedo parentale anche "su base oraria".  Secondo il nuovo provvedimento i genitori avrebbero la possibilità di diminuire l'orario di lavoro, invece di assentarsi del tutto,  e di avere così un congedo proporzionalmente più lungo. La materia dovrà essere disciplinata dai contratti collettivi. Una bella novità per quanto riguarda la legislazione sul lavoro. Infatti il congedo parentale previsto dall'art. 32 del D. Lgs. 151/2001 (la cosiddetta astensione facoltativa, che si può chiedere entro gli otto anni di vita dei figli) può essere frazionato in mesi, settimane o giorni ma non può essere fruito ad ore. Nella bozza di decreto, all'articolo 17, si legge: "La contrattazione collettiva di settore stabilisce le modalità di fruizione del congedo su base oraria, nonchè i criteri di calcolo della base oraria e l'equiparazione di un determinato monte ore alla singola giornata lavorativa". Il dl si compone in tutto di 37 articoli. Oltre a chiudere le procedure di infrazione europee a nostro carico è finalizzato anche a recepire le direttive comunitarie in scadenza.