Fiumicino, in 500 in piazza contro il raddoppio dell’aeroporto

20/12/2012 di Redazione
Fiumicino, in 500 in piazza contro il raddoppio dell’aeroporto

Centinaia di persone sono scese in strada a Fiumicino per protestare contro il raddoppio del Leonardo da Vinci. Alla manifestazione, promossa dal Comitato FuoriPista, hanno partecipato i tre candidati alle primarie del centrosinistra per il comune di Fiumicino Esterino Montino (Pd), Anna Maria Anselmi (Sel) e Massimiliano Santi (FdS). Hanno aderito, inoltre, numerose associazioni ambientaliste come Legambiente, Italia Nostra, Lipu e Fai. "Entro il 31 dicembre - ha dichiarato Alessandro Carosi, portavoce del comitato FuoriPista - il Governo Monti si esprimerà sul contratto di programma firmato tra Enac e Adr che prevede l'ammodernamento dell'aeroporto, Fiumicino sud, e l'ampliamento di1.200 ettaridi Fiumicino nord. Abbiamo chiesto di approvare solo l'ammodernamento per il quale sono già stati stanziati finanziamenti. L'ampliamento, inutile e devastante, ricadrebbe interamente nella Riserva del litorale romano creando un problema alla cittadinanza, all'agricoltura, ma anche alle circa 300 famiglie che vivono e lavorano lì e che subirebbero l'esproprio dei propri beni. Siamo in allarme anche per l'inquinamento acustico, che già oggi in alcune delle cinque centraline predisposte dall'Arpa nei coni di volo ha superato i limiti di legge". "Bisogna proteggere i1.200 ettaridell'orto di Roma che produce ortaggi, latte, vino di qualità - ha sottolineato un rappresentante della Confederazione italiana agricoltori - non possono essere certamente sostituiti da una colata di cemento".