L’albero di Natale che piace all’ambiente

06/12/2012 di Redazione
L’albero di Natale che piace all’ambiente

Ecco una breve guida alla scelta dell'albero di Natale davvero green e sostenibile: la cosa migliore è rinunciare all'acquisto del classico abete coltivato apposta per la festività, ma se proprio non potete fare a meno del profumo degli aghi d'abete, occorre sceglierne uno di coltivazione locale, ovvero prodotto in vivai specializzati per i periodi natalizi e certificato. L'abete vero deve essere tenuto lontano da fonti di calore, quindi la sua collocazione ideale è il balcone o il giardino. Dopo le feste, potrà sempre essere ripiantato in un parco pubblico o in un giardino. Negli ultimi anni, poi, Ama ha promosso una raccolta degli alberi di Natale "usati", ripiantando quelli in buone condizioni presso l'oasi ecologica del Corpo Forestale dello Stato ad Arcinazzo Romano o trasformando gli altri in compost.  La scelta più adeguata cade però sugli alberi artificiali, ad esempio realizzati con cartone e plastiche riciclate. Quest'anno, in tutti i 20 punti vendita IKEA presenti sul territorio italiano, sarà possibile acquistare un albero di Natale sostenibile. L'albero in questione è alto circa 140 cm, è il Picea Abies e costa 14,99 euro ed è raccomandato da WWF Italia. Inoltre, se non avete spazio nel ripostiglio per conservarlo, per ciascun albero restituito tra il 4 e l'11 gennaio 2013, IKEA donerà due euro al WWF per un progetto di tutela dell'orso bruno marsicano, sull'Appennino centrale.