Onu: appello record per far fronte alla crisi umanitaria siriana

20/12/2012 di Redazione
Onu: appello record per far fronte alla crisi umanitaria siriana

Alla luce dei cruenti combattimenti in corso da giorni nel campo profughi palestinese al-Yarmuk (Damasco) il presidente dell'Anp Abu Mazen ha fatto appello alle Nazioni Unite affinché si adoperino per consentire alle migliaia di sfollati di trovare rifugio nei Territori palestinesi. Lo scrive l'agenzia di stampa palestinese Wafa. La Wafa precisa che in Siria vivono 450 mila palestinesi, in 10 campi profughi dei quali al-Yarmuk è il principale. Nei giorni scorsi quel campo è stato bombardato dall'aviazione siriana e decine di persone sono rimaste uccise. Le immagini dei loro cadaveri abbandonati all'interno di una moschea hanno provocato un profondo turbamento in Cisgiordania e a Gaza. Intanto la Russia continua ad inviare nuove navi da guerra nel Mediterraneo vicino alla costa siriana, per sostituire quelle della Flotta del Mar Nero che si trovano nella regione già da novembre. Mentre Mosca, secondo i media russi, si prepara a una possibile evacuazione dei propri cittadini dalla Siria. Le navi, facenti parte della Flotta Russa del Baltico, sono partite lo scorso martedi da Kaliningrad (il porto di Baltiisk) per una "missione di lungo corso" ed una "serie di esercitazioni". Il ministero non precisa se queste attraccheranno a Tartus, porto siriano  dove la Russia, uno degli ultimi alleati di Damasco, fin dall'epoca sovietica possiede una base navale (l'unica nel Mediterraneo per Mosca) di assistenza tecnica per rifornimento di navi militari e civili. Ma una fonte anonima sostiene che la flotta è dispiegata nel Mediterraneo "per partecipare eventualmente a una evacuazione dei cittadini russi", in base all'evoluzione della situazione in Siria, se questa dovesse farsi "critica", e che i preparativi per il viaggio si sarebbero svolti "in fretta". La scorsa settimana il ministero degli Esteri russo aveva annunciato di aver elaborato un piano d'azione per evacuare i propri cittadini dalla Siria in caso di necessità. I russi oggi in Siria sono 5mila secondo dati ufficiali, ma il numero raggiunge i 25-30mila se si considera il gran numero di matrimoni misti tra russi e siriani e i loro figli. L'Onu lancia un appello record di 1,5 miliardi di dollari per far fronte alla crisi umanitaria siriana nei primi 6 mesi 2013: i fondi saranno destinati ad aiutare 4 milioni di siriani nel Paese e i rifugiati nei Paesi vicini che potrebbe raggiungere il milione. "E' il più ampio appello di fondi di breve termine mai lanciato".