Differenziata: i Comitati incontrano Alemanno

31/01/2013 di Redazione
Differenziata: i Comitati incontrano Alemanno

 Un primo importante passo è stato fatto nell'incontro di martedi pomeriggio in Campidoglio, organizzato da una delegazione di cittadini della Valle Galeria, sulla necessità che Roma Capitale debba adottare con urgenza una nuova strategia innovativa nella attuale fase di pre-emergenza per la gestione rifiuti, dopo due anni di inutili palleggiamenti commissariali.  Il prof. Paul Connett insieme a Zero Waste Lazio ed al comitato Diamocidafare hanno illustrato al sindaco Alemanno, all'assessore Visconti, al presidente commissione ambiente De Priamo, al presidente Benvenuti ed allo staff di AMA l'unica strada di uscita possibile per Roma nella "strategia Rifiuti Zero". Una strategia composta da dieci passi, che partono dal cambiare il modello di raccolta dei rifiuti urbani con il sistema "porta a porta", una scelta che è bene ribadire è per legge di esclusiva competenza dell'Amm.ne Comunale che non necessità di pareri di altre istituzioni.  E' stato infatti illustrato dal prof. Connett, con apposita videoproiezione, il percorso già in atto in altre metropoli e città nel mondo che hanno adottato Rifiuti Zero - Zero Waste come modello votato alla Riduzione-Riuso-Riciclo-Recupero di materia eliminando del tutto il ricorso all'incenerimento e facendo ricorso a discariche provvisorie solo per quei materiali residui ancora non riciclabili. Lo stesso percorso è stato ribadito nella Delibera di iniziativa popolare "Roma verso Rifiuti Zero" da Massimo Piras per Zero Waste Lazio e da Fabio Prasca e Cinzia Negri per Diamocidafare, sottolineandone le scelte specifiche per Roma Capitale necessarie ad invertire la direzione attuale modificando radicalmente il Piano industriale di AMA ed il suo assetto interno, le previsioni di impianti necessari all'adozione generale del sistema di raccolta "porta a porta" che deve essere preceduto da una grande e capillare campagna di reale partecipazione e sensibilizzazione cittadina. Il sindaco Alemanno ha dichiarato la sua piena disponibilità nei prossimi giorni a verificare in un tavolo tecnico congiunto tra esperti dell'amm.ne e dei comitati proponenti la efficacia tecnologica e la sostenibilità finanziaria per Roma del Piano Rifiuti Zero e della relativa Delibera. Tale percorso sarà finalizzato alla iscrizione all'o.d.g. della Delibera stessa in Consiglio Comunale in cui chiederemo ai gruppi consiliari sia di maggioranza che di opposizione di sostenere all'unanimità il cambio epocale che Roma oggi merita, per chiudere con l'attuale gestione che è insostenibile dal punto di vista ambientale oltre ad essere tuttora centrata su un modello di smaltimento affidato ad un monopolio privato di fatto oramai inaccettabile