Istat: i cittadini stranieri in Italia

24/01/2013 di Redazione
Istat: i cittadini stranieri in Italia

"Noi Italia: cento statistiche per capire il Paese in cui viviamo" è l'ultimo rapporto Istat sulla scia dei risultati dell'ultimo Censimento generale della popolazione. All'inizio del 2012, i cittadini migranti presenti regolarmente in Italia sono risultati essere poco più di 3.600.000 con un aumento di circa 100.000 persone rispetto all'anno precedente. Dal 2010 al 2011 i flussi di nuovi ingressi sono invece rallentati, i permessi rilasciati sono risultati essere il 40% in meno in un solo anno. Sono invece aumentati negli ultimi 20 anni i permessi di soggiorno per motivi familiari, dal 12,8% al 31,1% del totale. In crescita anche la quota relativa alla presenza dei minori non comunitari, passano dal dal 21,5% del 2011 al 23,9% del 2012. Il livello d'istruzione dei migranti tra i 15 e i 64 anni d'età, risulta in linea con la media degli italiani: il 49,9% ha la licenza media, il 40,9% il diploma e il 9,2% la laurea. La'forza lavoro' degli stranieri residenti in Italia rappresenta il 10,2% del totale.
I dati relativi all'occupazione dimostrano che il 66,2% dei migranti hanno un lavoro,contro il 60,7% degli italiani; il tasso di disoccupazione infine è al 12,1% rispetto all'8,0% dei residenti italiani.