Uso pubblico delle caserme di Roma: fatti, non parole

24/01/2013 di Redazione
Uso pubblico delle caserme di Roma: fatti, non parole

Di seguito pubblichiamo il comunicato diffuso dal Comitato cittadino per l'uso pubblico delle caserme "Dal 22 gennaio e fino al 1 febbraio, nei locali della Casa dell'architettura (piazza Manfredo Fanti 47) sarà possibile visitare una esposizione di lavori sull'utilizzo pubblico delle caserme di Roma che , per delibera del Comune di Roma, sono state messe in dismissione e valorizzazione. I pannelli illustreranno le idee e i lavori di studenti e docenti delle facoltà di architettura e di ingegneria delle Università di Roma. Altri pannelli racconteranno l'impegno e le speranze di tanti cittadini che nelle strutture del demanio militare hanno riposto la possibilità di concretizzare non un qualche bisogno individuale, egoistico ma collettivo e sociale. I comitati locali, in questi anni, hanno contrastato la vendita del patrimonio pubblico e ipotizzato un loro uso sociale, rispettoso dei bisogni dei singoli quartieri e delle aspirazioni dei cittadini. Riuniti nel Comitato cittadino hanno promosso iniziative locali, raccolto le proposte dei cittadini, elaborato funzioni possibili negli spazi di caserme che , esaurita la funzione originaria, rischiano di essere svenduti e consegnati alla speculazione edilizia e finanziaria. La loro determinazione e competenza ha suscitato attenzione e coinvolgimento; ottenendo ospitalità alla Casa dell'architettura, portando la sfida ai livelli più rappresentativi, dove tecnica e amministrazione si confrontano con il futuro della città; confortati e accompagnati in questa impresa da tanti architetti e ingegneri che generosamente hanno prestato il loro impegno diretto. Con alcune delle massime espressioni del mondo dell'urbanistica, del mondo della cultura, con i rappresentanti i del Comune diRoma , il24 gennaio il confronto sulle possibilità di utilizzo delle 15 caserme di Roma e dei vecchi forti in esse comprese. Un appuntamento che può raccontare la città dei prossimi anni. Vale la pena di esserci.
Il Comitato cittadino per l'uso pubblico delle caserme"