Giordano Bruno: eretico, pertinace, impenitente

14/02/2013 di Redazione
Giordano Bruno: eretico, pertinace, impenitente

Mentre il papa dimissionario celebra  il penultimo Angelus a San Pietro e nuovi grandi interrogativi agitano la Chiesa romana e scuotono la Cattedra di Pietro, a Campo dei Fiori viene ricordata la più celebre figura alla ricerca della libertà di pensiero bruciato il  17 febbraio del 1600.  Ed anche quest'anno aRoma, il17 febbraio2013 aCampo dei Fiori, a partire dalle ore 16.30, l'Associazione Nazionale del Libero Pensiero "Giordano Bruno", ricorderà il martirio di Giordano Bruno in collaborazione col Comune di Roma.  "Giordano Bruno venne mandato al rogo - dichiara Maria Mantello, presidente dell'Associazione Nazionale del Libero Pensiero "Giordano Bruno"- perché non voleva conformarsi, sottomettersi a Verità presupposte e assolute. Eretico, pertinace, impenitente... lo giudicava il tribunale della Santa Inquisizione Romana presieduto personalmente dal papa, che lo condannava ad essere bruciato vivo in piazza Campo de' Fiori il 17 febbraio del 1600. Ma la pertinacia e l'ostinazione di Giordano Bruno è la forza della ragione e il coraggio della libertà. Per la dignità di ciascuno e di tutti. Per una società di liberi e di eguali, dove ognuno possa essere portatore del diritto fondamentale di avere diritti. Era la religione civile a cui approda la rivoluzionaria filosofia del Nolano. Sono oggi i principi scritti nella Costituzione Repubblicana che non a caso pone a proprio valore supremo la laicità dello Stato. Perché senza laicità non c'è possibilità di emancipazione mentale, politica, sociale, economica; ma solo sopruso! Nel momento storico di crisi che stiamo vivendo, è necessario ripartire dalla dignità dell'individuo. E Giordano Bruno ci chiama ad alzare la testa per sconfiggere caste e corruttele, per non essere schiacciati da fantomatiche leggi di mercato, per riaffermare con vigore la dignità di esseri umani liberi e pensanti, che vigilano per l'affermazione e l'estensione di libertà - giustizia - uguaglianza.» Di tutto questo si parlerà a Roma, a Campo dei Fiori, domenica 17 febbraio 2013 sotto il monumento di Giordano Bruno, nella commemorazione-convegno, promossa dalla Associazione Nazionale del Libero Pensiero "Giordano Bruno"