Lampedusa, ponte nel Mediterraneo

14/02/2013 di Redazione
 Lampedusa, ponte nel Mediterraneo

E' ufficialmente nato il Museo delle migrazioni di Lampedusa, con la decisione del comitato promotore di costituire una fondazione partecipata e condivisa. Il sindaco Nicolini dichiara  ''Questo risultato  e' frutto della volontà e dell'impegno di tutti i soggetti coinvolti nel realizzare un progetto importante: lasciare ai cittadini di oggi e a quelli di domani una testimonianza tangibile del ruolo di Lampedusa-ponte nel Mediterraneo, posto di soccorso e di accoglienza, primo approdo di migranti alla ricerca di democrazia, dignita' e lavoro''. ''Un presidio di cultura e di pace, il punto di partenza - aggiunge - perche' Lampedusa diventi un luogo di iniziative virtuose, un laboratorio di esperienze, di scambi culturali e di innovazione che rappresentino l'unicita' del Mediterraneo e il legame tra le sue genti. In questo senso e' molto significativa - conclude il primo cittadino - la partecipazione dei migranti, che piu' volte hanno espresso il desiderio di condividere la loro esperienza e le modalita' della sua rappresentazione''. La Capitaneria di Porto, per voce del comandante Giuseppe Cannarile, ha annunciato che metterà a disposizione del museo diffuso alcuni spazi esterni dell'area portuale e provvederà alla salvaguardia di reperti e documenti, non soggetti a vincoli giudiziari, rinvenuti nelle barche dei migranti arrivati sull'isola, scongiurandone l'abbandono e la distruzione