Co.Co.Me.Ro.: il 23 febbraio “Passato - Futuro. Ripensare la città costruita”

21/02/2013 di Redazione
Co.Co.Me.Ro.: il 23 febbraio “Passato - Futuro. Ripensare la città costruita”

Si svolgerà sabato 23 febbraio dalle ore 9.30 alle ore 13.30 il secondo incontro di Co.Co.Me.Ro dal titolo "Passato - Futuro. Ripensare la città costruita" presso la  Casa dell'Architettura in Piazza Manfredo Fanti,47 a Roma.  Nel corso del primo incontro si è discusso di arresto del consumo di suolo, abbiamo individuato un principio e gli strumenti legali e urbanistici per realizzarlo; abbiamo dato vita ad una grande cartografia di 30mq su cui tutti insieme abbiamo tracciato la linea che divide costruito da non costruito; abbiamo condiviso e iniziato a raccogliere le buone pratiche con cui pensare di ridar vita all'uso agricolo, sociale e culturale dell'Agro Romano. Questo secondo appuntamento sarà incentrato sull'altra faccia di questa medesima medaglia, che a partire dalla lotta contro l'espansione edilizia intende ripensare, recuperare, rendere più vivibile e ricca la città costruita, dal punto di vista ambientale, sociale e culturale. Quello che vorremmo iniziare insieme è quindi un percorso cartografico e narrativo finalizzato a rintracciare le realtà urbane coerenti, luogo delle reti sociali locali, dei servizi primari e dell'identità comunitaria: quartieri, piani di zona, comuni dell'hinterland, borghi, borgate. Unità territoriali dove agiscono soggetti di cittadinanza, dai comitati di quartiere, alle associazioni che si occupano di ambiente, cultura e di solidarietà. Si tratta di costellazioni di abitudini, narrazioni condivise e attive a cui non è riconosciuta la minima forma di autogoverno, né alcun peso nei processi di trasformazione della città. Si tratta di strutture urbane che subiscono l'abbandono e la privatizzazione dei beni pubblici, vedendosi sistematicamente espropriate di quelle indispensabili risorse per realizzarea pieno ildiritto alla città per tutte e tutti. Il Co.Co.Me.Ro., è una prospettiva politica e amministrativa per il governo del territorio di Roma, che per realizzarsi ha bisogno della consapevolezza, della responsabilità, delle competenze e della volontà di chiunque condivida l'urgenza di un necessario cambiamento: creativo, democratico, equo, solidale e sostenibile. Il Co.Co.Me.Ro. si propone come un ambizioso e necessario salto evolutivo della democrazia, da svilupparsi attraverso la condivisione e la federazione delle esperienze, delle lotte, delle pratiche, delle conoscenze, delle proposte e delle speranze di chi abita a Roma. È la presa in carico da parte della cittadinanza, delle comunità locali, delle organizzazioni non governative, delle associazioni e dei movimenti della transizione culturale, economica, politica e sociale necessaria alla realizzazione di un diverso modello di vita in comune. È un processo lungo e difficile che richiede un generale risveglio delle coscienze e quindi la partecipazione di tutti, perché questo cambiamento non si può realizzare se non decolonizziamo noi stessi, il nostro rapporto, con gli altri e con il territorio, dall'imperante modello dominante.
Per info e contatti
http://ilcocomero.wordpress.com/