La Fondazione romanì Italia presenta il progetto “Fuochi Attivi”

14/03/2013 di Redazione
La Fondazione romanì Italia presenta il progetto “Fuochi Attivi”

La Fondazione romanì Italia con il progetto TRE ERRE Fuochi attivi intende procedere con la formazione verso la cittadinanza attiva romanì ed attiva n. 10 borse di studio per il cittadino rom. Un percorso formativo per accrescere le potenzialità di partecipazione responsabile, conoscendo ed esigendo i diritti propri e quelli altrui, per arricchire e consolidare le capacità  individuali e collettivi.  La Fondazione romanì Italia è interessata ad accendere "piccoli fuochi".  Piccoli fuochi per fare luce, essere visibili ed avviare un grande movimento di cittadinanza attiva attraverso l'attivazione dal basso di processi di rafforzamento delle potenzialità e delle capacità, di persone e di comunità. TRE ERRE Fuochi attivi nasce dall'esigenza di approfondire le tematiche di partecipazione attiva, diritti umani, processi democratici e coinvolgimento sociale nonché politico di singoli e di gruppi rom nelle regolamentazione delle questioni che li riguardano, agenti di promozione sociale e richiedenti le pari opportunità. Il percorso formativo avrà una varietà di proposte formative-didattiche attraverso seminari e laboratori in cinque aree di contenuti, Storico/sociologica, Educativo/politico, Psicologico/sociale, Comunicativa - mass mediologica, Politiche del lavoro. Al corsista sarà erogato dalla Fondazione romanì Italia una borsa di studio di €. 200,00 (duecentoeuro/00) lordi al mese e le spese di viaggio, vitto ed alloggio per sedici mesi. Le borse di studio, del progetto TRE ERRE Fuochi attivi, sono donazioni alla Fondazione romanì Italia da singole persone, organizzazioni ed imprese. Il progetto Fuochi Attivi sarà presentato il 18 marzo alle ore 15.00 preso l'Università La Sapienza (Dipartimento di Botanica) Piazzale Aldo Moro, a Roma.