Lavoratori stagionali: a breve il decreto flussi

07/03/2013 di Redazione
Lavoratori stagionali: a breve il decreto flussi

E' di trentamila il numero di lavoratori stagionali extracomunitari  che potranno arrivare in Italia con il decreto flussi. Manodopera "a tempo", preziosa soprattutto per il settore agricolo, ma ormai indispensabile anche per alberghi e ristoranti. Secondo le indiscrezioni di Stranierinintalia.it il via libera a un nuovo decreto flussi è già arrivato dal governo, ma solo quando finiranno i vari passaggi formali e il testo arriverà in Gazzetta Ufficiale i datori di lavoro potranno presentare le domande. Anche per i stagionali le richieste dovranno essere fatte solo online, da soli o con l'aiuto delle associazioni di categoria. Come sempre, il decreto indicherà una lista di Paesi dai quali potranno arrivare i lavoratori. Non dovrebbero esserci novità rispetto allo scorso anno: Albania, Algeria, Bangladesh, Bosnia-Herzegovina, Croazia, Egitto, Repubblica delle Filippine, Gambia, Ghana, India, Kosovo, Repubblica ex Jugoslava di Macedonia, Marocco, Moldavia, Montenegro, Niger, Nigeria, Pakistan, Senegal, Serbia, Sri Lanka, Ucraina e Tunisia. "Speriamo in una pubblicazione rapida, in modo da far arrivare i lavoratori in tempo per i primi raccolti" dice Romano Magrini, responsabile politiche del lavoro della Coldiretti. "Quest'anno, però - segnala Magrini - la situazione è migliore, perché sono diventati pienamente operativi gli ingressi pluriennali, che permettono di far arrivare parte dei lavoratori in qualunque momento dell'anno, con una procedura semplificata, indipendentemente dai flussi".