In Australia un reality “educativo” sulla vita dei profughi

16/05/2013 di Redazione
In Australia un reality “educativo” sulla vita dei profughi

Una rete televisiva australiana ha dato vita negli ultimi due anni a un reality davvero unico: si chiama "Go Back to Where You Come From", e in esso alcuni australiani doc, con posizioni radicali nei confronti dei rifugiati che sbarcano in Australia, ripercorrono in 26 giorni il viaggio che ha portato tanti profughi nella loro terra. Ogni tappa del percorso è stata supportata dalle riflessioni di un professore universitario esperto in materia, per coglierne i significati complessi. Per calarsi completamente nella realtà vissuta dai rifugiati, il "gioco" ha imposto regole rigide: prima di partire a ognuno è stato requisito cellulare e portafoglio per provare in prima persona la sensazione di chi scappa senza avere nulla con sé. Nella prima edizione del 2011 sono state scelte sei persone comuni; i protagonisti, seguiti dalle telecamere, sono stati divisi in due gruppi per conoscere due diverse famiglie di rifugiati stabilitesi in Australia: una congolese e una irachena. La seconda edizione, conclusa lo scorso dicembre, ha visto partecipare sei personaggi noti tra politici, attori, scrittrici e showgirl, coinvolgendoli nelle vite di una famiglia somala e una afgana. Il loro viaggio li ha portati a conoscere di persona due dei luoghi più disperati e pericolosi del pianeta: Mogadiscio, in Somalia, e Kabul, in Afghanistan. Dopo aver ripercorso la tappa "limbo" in Indonesia, i protagonisti di questa serie hanno infine conosciuto sulla propria pelle la condizione dei centri di detenzione temporanea di Christmas Island, in terra aussie. Un esperimento sociale, dunque, più che un semplice reality, nel quale i protagonisti hanno toccato con mano un problema conosciuto solo attraverso il filtro dei mezzi di comunicazione. Imbarcarsi nel buio su una nave insicura, mettersi in fila in un campo profughi per la propria razione di farina quotidiana, condividere spazi affollati e decadenti con centinaia di persone sconosciute: queste e tante altre situazioni non possono lasciare nessun essere umano insensibile. Ma se è vero che qualcuno ha cambiato opinione grazie a quest'avventura, alcuni hanno solo, perlomeno, moderato i toni . Tutte le puntate della prima e della seconda edizione sono disponibili online all'indirizzo  www.sbs.com.au/goback/