Rifiutizero, continua la raccolta firme

02/05/2013 di Redazione
Rifiutizero, continua la raccolta firme

Dopo lo straordinario successo del Firma Day di due settimane fa gli attivisti della Legge Rifiuti Zero sono tornati nelle piazze e nelle strade del nostro Paese per continuare a raccogliere firme per la Legge di Iniziativa Popolare. In meno di due settimane i volontari di Rifiuti Zero hanno già superato l'obiettivo delle 50mila firme necessarie per presentare la Legge di Iniziativa Popolare, adesso l'asticella si alza: vogliamo moltiplicare di tre quattro, cinque volte questa cifra per dimostrare ai nostri rappresentanti nelle istituzioni la portata della nostra rivoluzione culturale e la sensibilità della popolazione al problema dei rifiuti. Il messaggio dovrà essere chiaro: fate presto, il Paese ve lo chiede. Anche il  primo maggio la raccolta è continuata.  Non è stata casuale la scelta di questa giornata. Infatti, lavoro è una delle 5 parole (insieme a sostenibilità, ambiente, salute, partecipazione) che rappresentano i fondamenti della Legge Rifiuti Zero. Se infattila legge Rifiuti Zerovenisse approvata si produrrebbero 500mila posti di lavoro: sarebbe l'unica grande opera, pulita, verde, proiettata verso un futuro migliore di cui l'Italia avrebbe bisogno. Firmare per la Legge Rifiuti Zero il Primo Maggio, ha significato oltre che auspicare un futuro senza discariche e inceneritori, anche dare un'opportunità per il rilancio del paese e dell'occupazione nel nostro Paese.