Siria: allarme aiuti umanitari

23/05/2013 di Redazione
Siria: allarme aiuti umanitari

L'Unhcr continua con un bollettino non incoraggiante sulla situazione siriana. Il conflitto non si ferma, le risorse destinate ai rifugiati diminuiscono e il numero dei civili in fuga ha superato la quota di 1,5 milioni. Le Nazioni Unite e le ONG che operano sul territorio lanceranno un appello umanitario per ottenere fondi e poter sostenere così la popolazione giunta ormai al collasso. L'Unhcr ha dichiarato di aver sostenuto con aiuti umanitari, solo tra il 4 e l'11 maggio, ben 3 milioni di persone.  Attualmente le città dove opera l'UNHCR e le agenzie sono Damasco, Aleppo, Hasaka, Homs e Tartus, e hanno prestato assistenza a 860.00 siriani sfollati dall'inizio dell'anno. In Libano, l'Unhcr ha intensificato la sua capacità di registrare i rifugiati, che ogni giorno si avvicinano ai centri preposti per chiedere aiuto. I dati parlano di 4.200 persone, un aumento questo 10 volte superiore rispetto allo stesso mese del 2012. Si registra attualmente, che le vittime del conflitto, hanno raggiunto le 94.000 persone, numeri non completi viste le difficoltà nel reperire notizie ufficiali.