Dipendenti AMA beccati con le mani nel sacco, quello sbagliato

20/06/2013 di Redazione
Dipendenti AMA beccati con le mani nel sacco, quello sbagliato

Alcuni dipendenti dell'Ama sono stati sorpresi mentre non effettuavano il corretto conferimento della differenziata negli appositi cassonetti. Sapete da chi? Dal neo sindaco Marino. "Girando in bicicletta mi sono accorto che ci sono anche altri vantaggi: oggi ho sorpreso alcuni dipendenti dell'Ama che mettevano il vetro nei contenitori dei rifiuti indifferenziati, invece di quelli dedicati che erano lì di fianco. Mi sono fermato e (non con spirito punitivo) ho chiesto loro cosa stessero facendo". I dipendenti sono rimasti di sasso: «Si sono un po' sorpresi vedendomi - minimizza il sindaco - Ed io ho detto loro che dobbiamo dare il buon esempio, come amministrazione, ai cittadini. Non possiamo permetterci di versare decine di bottiglie di vetro nel contenitore sbagliato". Soprattutto se, mentre l'Ama fa la differenziata "a singhiozzo", i cittadini vengono vessati da una valanga di "multe pazze" per contestazioni sulla raccolta dei loro rifiuti. Il tutto mentre il Corriere della Sera denunciava il bluff della differenziata in centro: sacchi dell'umido buttati assieme a plastica, vetro e rifiuti indistinti, tutti i sacchetti finivano sullo stesso camion. L'Ama ha aperto un'inchiesta sul caso lo scorso aprile. Continua Marino "Dopo la ramanzina, i dipendenti Ama hanno capito e credo che questo servirà per far sì che non si ripetano questi episodi''. E continua il Neo sindaco "Se mi fossi spostato in automobile - ha fatto notare - non avrei sentito il rumore delle bottiglie di vetro e non sarei stato spinto a fermarmi per controllare".