In Finlandia è boom di "nuovi" cittadini

13/06/2013 di Redazione
In Finlandia è boom di "nuovi" cittadini

Nel 2012 in Finlandia oltre 9.000 stranieri hanno ottenuto la cittadinanza: un numero davvero record anche per l'accogliente paese nordico, in netta controtendenza con quanto accade nel resto dell'Europa. La motivazione è principalmente economica, perché qui scarseggia la manodopera e gli immigrati svolgono i lavori che i cittadini originari non vogliono fare, e che invece sono importanti per mandare avanti l'economia del paese. Questi posti di lavoro sono sempre di più, e riguardano il settore delle costruzioni, della salute, dell'istruzione e dei trasporti marittimi. Le cifre sono raddoppiate rispetto agli anni passati: una tendenza confermata dalle rilevazioni sul periodo compreso tra gennaio e marzo 2013, che registrano 6.500 persone immigrate e 2.990 emigrate (il numero degli emigrati è di 70 volte inferiore rispetto allo scorso anno). Chi è riuscito a ottenere la cittadinanza finlandese senza troppi problemi burocratici sono i ragazzi che hanno meno di 14 anni, che principalmente provengono da paesi non europei, comela Russia. L'altro gruppo molto presente in Finlandia è quello dei somali, che conta 610 individui,100 inpiù dell'anno passato. Al contrario si è registrata una sorta di controtendenza nel numero di naturalizzazioni di cittadini originari della Svezia, che hanno sempre avuto una grande presenza in questo paese, e che invece dall'anno scorso registra un numero molto basso.