Una petizione per salvare la scuola Pisacane

13/06/2013 di Redazione
Una petizione per salvare la scuola Pisacane

La scuola elementare Carlo Pisacane di Torpignattara versa ormai da svariati anni in condizioni di completo degrado: muri fatiscenti, sporcizia, reti idrauliche dei sanitari in bella mostra, spazi esterni completamente abbandonati. Nonostante ciò, la scuola, esclusivamente grazie alla passione degli insegnanti, riesce a fornire una preparazione interculturale e una didattica formativa ben al di sopra della media dei restanti istituti della Capitale. Anche i genitori fanno la loro parte, e di loro iniziativa hanno pulito e imbiancato l'edificio per permettere ai bambini di studiare in un ambiente migliore: "Il Municipio ci aveva negato il permesso di sistemare la scuola, ma noi siamo andati lo stesso. Nessuno avrebbe avuto il coraggio di multarci mentre facevamo gratis un lavoro al posto del Comune", racconta una mamma. Proprio per spingere le istituzioni a fornire una risposta adeguata alle richieste di famiglie e insegnanti, Save The Children sta promuovendo insieme ai genitori una petizione che possa dare il via agli interventi di recupero. La Pisacane, a ogni modo, è solo la punta di un iceberg: la maggior parte degli edifici scolastici (il 15% di quelli censiti) sono stati costruiti prima del 1945. Secondo i dati forniti dal MIUR, solo il 30% delle strutture ha meno di 30 anni e appena l'8% è stato progettato secondo le normative antisismiche, nonostante l'elevata sismicità del territorio italiano. Un edificio su due, addirittura, non dispone nemmeno di una scala di sicurezza esterna.