E’ iniziato il Ramadan

11/07/2013 di Redazione
E’ iniziato il Ramadan

E' iniziato l'8 luglio il Ramadan: trenta giorni di digiuno, purificazione e preghiera per i praticanti musulmani. Nel nono mese del calendario islamico, Maometto ricevette dall'arcangelo Gabriele la rivelazione del Corano. L'osservanza del digiuno, è uno dei cinque fondamenti dell'islam, insieme alla visita alla Mecca, all'elemosina, alla professione di fede e alle preghiere quotidiane. Il ramadan  non cade sempre nello stesso periodo dell'anno, perché segue un calendario lunare, ed è particolarmente duro quando, come in questo caso, cade durante l'estate. I fedeli durante questo periodo non possono bere e mangiare nelle ore che vanno dall'alba al tramonto, eccezioni sono previste per i malati, i bambini, le donne che sono incinte o allattano, gli anziani che rincorrerebbero rischi per la loro salute. Prima del sorgere del sole, ci si può rifocillare con un pasto leggero, detto suhur, dopodiché bisogna aspettare la notte per interrompere il digiuno, iftar, e poter mangiare un dattero, al quale segue un pasto sostanzioso in un clima di festa e preghiera. Il digiuno si accompagna anche all'astinenza dai cattivi pensieri e dalle cattive azioni, dal sesso e da vizi come quello del fumo. Si cerca insomma la purificazione del corpo e dell'animo. La sera si recita anche una preghiera speciale piuttosto lunga detta Tarawih. Ormai in Italia vivono, secondo il Rapporto Caritas, all'incirca un milione e mezzo di musulmani. Il nostro pensiero va a tutti coloro che celebraranno un Ramadan all'insegna dell'alta tensione politica e all'ombra di una pesante crisi economica, quella dei Paesi arabi. Pensiamo all'Egitto, alla Siria, alla Tunisia, alla Libia, all'Algeria. L'auspicio di molti in questo momento nel Paese e' che il Ramadan possa contribuire ad allentare la tensione tra tutti  i conflitti e le fazioni che si danno guerra.