Egitto: verso nuove manifestazioni

29/08/2013 di Redazione
Egitto: verso nuove manifestazioni

Nuovi scontri nel Sud dell'Egitto, nella città di Beni Suef e torna a salirela tensione. Intanto è stata organizzata una nuova manifestazione del movimento giovanile egiziano anti-Mubarak e anti-Morsi,  il gruppo 6 Aprile. Erano stati i protagonisti della Primavera araba egiziana, gli artefici del collasso del regime di Hosni Mubarak.  "Non ci si può fidare dei militari, già in passato non hanno mantenuto le promesse", ha detto il leader del gruppo, Ahmed Maher: "La scarcerazione di Mubarak è inaccettabile". I militari "devono restare fuori dalla politica". Quanto al generale Abdel Fattah al-Sissi, "vedremo se sarà come Mubarak o meglio". "Ora è tempo di tornare all' azione, basta parlare. Abbiamo le nostre proposte, saremo pacifici", dice un'altra attivista. Il gruppo chiede anche la "liberazione di tutti gli arrestati ingiustamente". Anche tra i pro-Morsi? "Nei loro confronti ci sono accuse molto gravi, in ogni caso sì, se qualcuno è stato arrestato ingiustamente deve essere liberato", spiegano quelli di 6 Aprile. Così si tornerà in piazza e vedremo l'impatto che la mobilitazione assumerà nel Paese. Venerdi 30 agosto ci saranno le nuove manifestazioni annunciate da i pro-Morsi.