Lampedusa, centro al collasso

01/08/2013 di Redazione
Lampedusa, centro al collasso

Senza sosta gli sbarchi di migranti a Lampedusa e anche le tragedie riprendono. Una volta giunti a Lampedusa i 22 superstiti del naufragio avvenuto venerdì sera sulle coste libiche hanno raccontato delle 31 vittime, tra cui nove donne. I profughi, provenienti dalla Nigeria, hanno raccontato che sul gommone che si è rovesciato, si trovavano complessivamente 53 migranti. Ed altri gommoni arrivano, l'ultimo soccorso nella notte di mercoledì. Un piccolo gommone alla deriva con 50 persone a bordo è stato soccorso dall'equipaggio della nave Cigala Fulgosi nel Canale di Sicilia. Tutti i migranti, tra questi 11 donne, di nazionalità ghanese, keniota, maliana e nigeriana, sono stati trasferiti verso il centro di accoglienza di Lampedusa. Altri due gommoni sono stati soccorsi, nelle ultime ore, nel Canale di Sicilia. Il primo, con 90 persone, è stato intercettato a107 migliaa Sud di Lampedusa e sono giunti sull'isola intorno alle 7. Sono poco meno di mille i migranti attualmente ospiti del centro di accoglienza di Lampedusa. Un poliziotto è rimasto ferito durante gli scontri fra due gruppi di migranti, scoppiati all'interno del centro. Il poliziotto, che non è ferito gravemente, è finito in ospedale, ad Agrigento. Gli scontri fra migranti di diverse etnie sono scoppiati per futili motivi. Intanto sono già previsti due voli da Lampedusa per 200 migranti ospiti nel centro di accoglienza da giorni al collasso. I trasferimenti permetteranno di alleggerire la situazione della struttura di contrada Imbriacola che attualmente ospita 921 profughi, il triplo della capienza.