Egitto: nessun equilibrio

05/09/2013 di Redazione
Egitto: nessun equilibrio

La corte di giustizia egiziana ha ordinato la  chiusura di quattro stazioni televisive considerate vicine ai Fratelli musulmani e accusate di trasmettere senza licenza diffondendo dicerie. Tra queste Ahrar 25, la televisione della Fratellanza, e la filiale egiziana di al Jazeera, l'emittente con sede in Qatar che nel2011 ha avuto un ruolo centrale nella copertura delle primavere arabe. La parabola di al Jazeera in Egitto, raccontata dal Foglio lo scorso dicembre, è gemella di quella della Fratellanza musulmana. Intanto continuano le manifestazioni in sostegno all'ex presidente Morsi. L'ex leader, secondo fonti di stampa, rifiuta le accuse di aver ordinato l'uccisione degli oppositori. E mentre un dipartimento del Consiglio di Stato egiziano, in un parere non vincolante, apre allo scioglimento dei Fratelli Musulmani, alcuni elicotteri da combattimento hanno attaccato, ieri mattina, alcuni loro militanti nella Penisola del Sinai