“How's Life? 2013”: il Belpaese agli ultimi posti

07/11/2013 di Redazione
“How's Life? 2013”: il Belpaese  agli ultimi posti

E' stato diffuso dall'Ocse il rapporto "How's Life?2013"che colloca ancora una volta l'Italia agli ultimi posti della classifica sul benessere individuale. Undici variabili e undici criteri per definire la percezione del benessere in trentaquattro Paesi. L'Ocse attraverso un'analisi qualitativa fa il raffronto tra una serie di variabili: benessere soggettivo, educazione, rapporti sociali, sviluppo ambientale, confortevolezza abitativa, sicurezza personale, lavoro e guadagni, educazione civica, salute, crescita e rapporto fra vita privata e lavoro. La fotografia del nostro Paese non è certamente ammirevole,  risentendo anche della percezione su temi e situazioni specifiche che hanno gli italiani. Scrive "Repubblica": "Nel complesso, il grado di soddisfazione degli italiani è ben sottola media Ocsee distante non solo dalle nazioni del Nord Europa - tradizionalmente "avanti" in questa graduatoria - ma anche di Paesi quali Spagna, Repubblica Ceca, Corea o Messico, solo per citarne alcuni. Il grado di soddisfazione della vita degli italiani è diminuito di circa il 12% tra il 2007 e il 2012; solo la Grecia, disastrata dall'austerity imposta dalla Troika, ha subito una flessione più dura (-20%)". Da notare, inoltre, come al generale clima di sfiducia nella classe politica, figlio non solo della crisi economica e delle condizioni concrete in cui vivono milioni di italiani ma anche di alcune scelte "comunicative" proprio della nostra classe dirigente, si sommino anche alcuni indicatori di medio periodo come quelli sulla scolarizzazione e sul ricambio generazionale nelle posizioni di vertice dei comparti istituzionali, produttivi e via discorrendo.