Dal Canada arriva la conferma: l’albero di Natale “vero” è più ecologico

28/11/2013 di Redazione
Dal Canada arriva la conferma: l’albero di Natale “vero” è più ecologico

Albero vero o di plastica? Ogni anno si ripresenta puntuale il dilemma, con pro e contro da entrambe le parti. Uno studio canadese pubblicato di recente porta nuovi dati sull'impatto ambientale degli alberi di Natale artificiali. L'analisi ha utilizzato un modello che considera il classico ciclo di vita degli alberi di Natale artificiali "made in China" e gli alberi di Natale "veri" prodotti nei boschi a 300 km dal centro città. Per il confronto, lo studio canadese ha considerato una resa di sei anni per l'albero di Natale artificiale e una durata di un solo anno per quello naturale. Ebbene, nonostante la grossa differenza di durata, il bilancio ambientale è drasticamente a favore dell'albero di Natale autentico: per eguagliare il bilancio ambientale di un albero di Natale vero, quello artificiale dovrebbe essere utilizzato per almeno 20 anni. Del resto le associazioni ambientaliste lo avevano sentenziato già da tempo: gli alberi di Natale naturali sono la scelta più sostenibile. La produzione di un albero di Natale artificiale ha infatti un impatto dannoso sull'ambiente, il processo produttivo è energivoro e i materiali d'impiego sono spesso tossici (plastiche, vernici, PVC). Inoltre, di solito gli alberi di Natale artificiali che giungono sugli scaffali dei supermercati italiani arrivano dall'Asia o da altri continenti extraeuropei, e ciò comporta (in aggiunta alle emissioni legate alla filiera produttiva) un inquinamento supplementare legato all'importazione.