Elettrodotto di Tivoli, dalla Regione parere negativo

07/11/2013 di Redazione
Elettrodotto di Tivoli, dalla Regione parere negativo

La Regione ha dato il suo parere negativo alla costruzione dell'elettrodotto della discordia, tra la Rete ferroviaria italiana e i cittadini di Tivoli. 66 chilowatt di potenza che sarebbero passati a pochi metri dalle abitazioni e dalle scuole. Sostiene Cristiana Avenali, ex direttrice di Legambiente Lazio "Un risultato importante per i residenti e le realtà associative del territorio di Tivoli che da anni combattono affinché gli enormi tralicci che attraversano la città non rientrino in funzione". Esulta il Comitato di residenti, "Se gli organismi regionali di allora ed Rfi ci avessero dato ascolto, a quest'ora il problema sarebbe stato risolto a costi indubbiamente. L'elettrodotto non serve perché c'è possibilità di prelevare energia in punti prossimi alla sottostazione elettrica di Castel Madama ma se proprio si vogliono spendere soldi il tracciato alternativo da noi proposto, lontano dalle abitazioni e in gran parte su terreno comunale, non costerebbe come preventivato da Rfi e Comune di Tivoli nel 2009, ma molto meno".