Rischio chiusura per il Museo storico della Liberazione

14/11/2013 di Redazione
Rischio chiusura per il Museo storico della Liberazione

L'allarme lo ha lanciato il presidente Antonio Parisella, e il deputato Pd Roberto Morassut lo ha raccolto: il Museo storico della Liberazione di via Tasso rischia di chiudere per mancanza di fondi. "Non servono risorse infinite: circa 50mila euro tra Comune di Roma e Regione Lazio",  ha spiegato il parlamentare, rivolgendosi "al sindaco Ignazio Marino e al governatore Nicola Zingaretti perché in tempi brevi individuino le somme necessarie". Ricordiamo che durante l'occupazione nazista a Roma, avvenuta tra 11 settembre 1943 e il 4 giugno1944, l'edificio che ospita il Museo fungeva da carcere gestito dal Comando di Polizia di sicurezza. Per questa ragione, conclude Morassut, "non dovrebbe essere necessario ricordare il valore storico e culturale del Museo e dell'immobile di Via Tasso a Roma; proprio poco dopo le polemiche seguite alla sepoltura di Erik Priebke, nel corso del settantesimo anniversario della Resistenza".