L’Ama non passa e i rifiuti si accumulano in molti quartieri della capitale

05/12/2013 di Redazione
 L’Ama non passa e i rifiuti si accumulano in molti quartieri della capitale

Cassonetti stracolmi, sacchetti sparpagliati e cartoni che si ammucchiano. È uno spettacolo che si ripete da giorni in vari quartieri della capitale. E non vengono risparmiate nemmeno le aree dove da tempo è stata avviata la raccolta differenziata che stenta a decollare. Partiamo da Bufalotta: qui i cassonetti pieni sono circondati da sacchetti di plastica colorati, cartoni, scarpe sparse. La situazione non è una novità per la zona in questione: già a metà del mese scorso gli abitanti avevano denunciato i cumuli di immondizia puzzolente e non è mancato l'avvistamento di qualche topo unito al disagio di avere cassonetti arrugginiti e rotti. A Talenti, in via Isidoro del Lungo, i residenti denunciano che da giorni sono spariti due cassonetti, uno per l'indifferenziato e uno perla plastica. Ilrisultato? Rifiuti per strada come in una discarica a cielo aperto. La situazione è allarmante tanto che dal municipio comunicano che a breve incontreranno i responsabili dell'Ama per valutare la possibilità di ottenere una raccolta più puntuale. Passiamo a Garbatella, dove dal prossimo anno dovrebbe partire il sistema di raccolta differenziata porta a porta. Qui è lo stesso presidente di municipio Andrea Catarci a confermare che "non passa giorno senza che vengano segnalati al municipio disservizi irritanti in tema di rifiuti". Non è solo lo storico quartiere romano ad avere problemi nell'VIII municipio. Altre denunce arrivano da Ostiense,a San Paolo, a Tormarancia, a Roma 70. E ancora: a Montemario, nel XIV municipio, il comitato di quartiere lamenta difficoltà di raccolta con il passaggio dei mezzi Ama che in alcune strade fatica a svolgersi periodicamente, a volte anche a causa della sosta selvaggia delle macchine in strada. Qui il comitato parla di una scena che "si presenta a ridosso di 4 istituti privati (3 elementari e 1 nido) dove passano molti bambini che vanno a scuola. Stessa scena anche a Mostacciano. Nemmeno l'A.S Roma viene risparmiata dalla 'monnezza'. Cumuli di rifiuti in strada anche a Piazzale Dino Viola a Trigoria dove da poche settimane è partito il sistema di raccolta porta a porta. E di raccolta differenziata che stenta a decollare si può parlare anche a Magliana, dove già negli scorsi mesi era stata denunciata una situazione insostenibile. L'Ama minimizza parlando di "episodi temporanei e in via di soluzione" e garantisce che "entro 48 ore queste situazioni saranno riportate alla normalità". La colpa però, sostiene l'azienda, non è tutta sua:  "I casi in questione sono dovuti essenzialmente all'impossibilità di svuotare alcune postazioni da parte dei nostri mezzi meccanizzati a causa di problemi tecnici" ma anche "alla presenza di autovetture in doppia fila che non permettono il regolare svolgimento dei giri di raccolta".