ll Municipio XIV approva il registro sulle unioni civili

12/12/2013 di Redazione
ll Municipio XIV approva il registro sulle unioni civili

"Farò tutto il possibile affinché più nessuno in questo Municipio si senta solo", aveva dichiarato in campagna elettorale il Presidente Valerio Barletta: e così è stato. Dopo un lungo e infiammato dibattito su un tema che da sempre divide l'opinione pubblica nazionale, ora c'è a Roma un documento ufficiale in cui anche le coppie di fato possono registrare la loro unione. Ci sono voluti due giorni di seduta (prima all'Istituto Pasteur, poi nella sede istituzionale di via Battistini) organizzate in modo da poter dare la possibilità anche ai cittadini di direla loro. Presentisia alcuni rappresentanti del Comitato per la Famiglia (a sostegno delle unioni "tradizionali", di recente formazione proprio sul territorio di Monte Mario), nonché esponenti di comunità per i diritti degli omosessuali (come ad esempio il Circolo Mario Mieli). Al muro campeggiano striscioni contro le unioni civili, il dibattito si accende e il climax si conclude con l'occupazione dell'aula che impedisce di fatto la prosecuzione dei lavori. La seduta riprende il giorno seguente a via Battistini. Il clima è più tranquillo ma quanto accaduto continua a dividere l'aula: la maggioranza accusa l'opposizione di "usare la famiglia come strumento di propaganda elettorale", mentre è proprio di "debito elettorale" di cui quest'ultima viene additata dalla minoranza. Al momento delle votazioni, la maggioranza può contare anche sul Movimento 5 Stelle. Il Consiglio infine approva e il registro è ufficialmente istituito. "Oggi scriviamo una pagina importante nella storia del nostro Municipio - ha dichiarato soddisfatto il Presidente Valerio Barletta - assumendoci una grande responsabilità davanti ai suoi cittadini. Abbiamo espresso un voto di uguaglianza, di giustizia e di pace, in difesa di tutti i tipi di amore". "Un provvedimento dal forte carattere simbolico. Un traguardo ed un punto di partenza, al tempo stesso, per le battaglie contro le discriminazioni che in questo Municipio continueranno per tutta la legislatura", assicurano i portavoce della maggioranza.