Roma: commemorazione dei martiri della Giornata Internazionale della Lingua Madre

20/02/2014 di Redazione
Roma: commemorazione dei martiri della Giornata Internazionale della Lingua Madre

Si svolgerà giovedi' 20 febbraio alle ore 23:00 presso il "Giardino dei Poveri", Via Casal Bertone 1 la commemorazione dei martiri del movimento per la conservazione della lingua madre del 1952. Il tutto si svolgerà nel simbolico scenario ricostruito del Shaheed Minar, una struttura di ferro provvista di pedana rappresentante il monumento nazionale di Dhâkâ. Allo scoccare della mezzanotte infatti verranno ricordati tutti i caduti, studenti ed attivisti politici, uccisi per mano della Polizia Pakistana perché colpevoli di chiedere per la loro lingua, il Bengalese, uguali diritti rispetto all'Urdu. La mezzanotte rappresenterà anche l'inizio della Giornata Internazionale della Lingua Madre che venne istituita dall'UNESCO nel 1999 con la firma di 199 paesi tra cui l'Italia per esprimere la necessità di una politica linguistica mondiale basata sul dialogo tra culture, sul multilinguismo e sulla tutela delle lingue minoritarie. Delle oltre 6700 lingue parlate nel mondo più di 200 si sono estinte nelle ultime tre generazioni mentre altre 2500 rischiano di scomparire a breve. A seguito del preoccupante fenomeno della sparizione delle lingue nasce l' esigenza di proteggere l'insieme delle lingue mondiali, perché ogni lingua rappresenta il più potente strumento di conservazione del patrimonio materiale e immateriale di ogni cultura.La Giornata Internazionaledella Lingua Madre è un riconoscimento mondiale dato alle lotte studentesche e mira a risvegliare la coscienza civile nei confronti del valore del patrimonio linguistico, che è quotidianamente messo in pericolo dalla globalizzazione e dai suoi flussi omologanti, con una progressiva estinzione o marginalizzazione delle lingue minori.  E' importante ricordare come quest'anno, per la prima volta, la commemorazione per i caduti del 1952 ela Giornata Internazionaledella Lingua Madre vedano come cornice un giardino di Roma recuperato dal degrado. Si tratta del giardino soprannominato "Il Giardino dei Poveri" sito in via Casal Bertone 1, nelle vicinanze di Via Ettore Fieramosca.
Evento proposto da: Ass. Munshigonj Bikrompur Somity
Organizzato da: Comitato della Lingua Madre: Ekush Udgiapon Porisod-2014
Sotto osservazione: Asso: Bangladesh in Italy
Co-ordinato  da: Associazione Dhuumcatu- Onlus
Sostenuto da : Ass. Jalalabad Kollan Songho
Aderito: Ass. Brihottor Dhaka Jubo Porishod, N.ganj Unitade Club, Gazipur somity
Patrocinato da UNESCO, Roma Capitale e altre istituzioni e sedi diplomatiche.