A Roma, sabato 15 marzo, una manifestazione per il popolo siriano

13/03/2014 di Redazione
A Roma, sabato 15 marzo, una manifestazione per il popolo siriano

I siriani costretti ad abbandonare le loro case e la loro terra a causa del conflitto che dal marzo 2011 affligge il loro paese sono stati nel 2013 oltre due milioni, e nel 2014 l'Onu ne prevede altri due milioni e 2,25 milioni di sfollati all'interno del paese. La maggior parte dei rifugiati siriani si trova in Libano, Giordania, Turchia e Iraq, ma sono cospicue le migrazioni anche in Europa e in Nord Africa. In questi giorni lancia l'allarme anche l'Unicef, e i dati sui traumi e gli sradicamenti dei minori sono preoccupanti: un milione di bambini sono intrappolati nelle aree della Siria sotto assedio o in quelle più difficili da raggiungere con assistenza umanitaria. Spesso sono sfregiati dai bombardamenti alle loro case, senza considerare i traumi psicologici incalcolabili e irrecuperabili.
Proprio a tre anni dall'inizio della rivoluzione, Roma ospita una manifestazione nazionale a sostegno del popolo siriano e i rifugiati palestinesi. La comunità siriana in Italia e tutta la cittadinanza sono invitati a partecipare alla manifestazione che ha come obiettivo la fine della guerra e del regime del clas Assad e degli attacchi delle bande terroristiche; per chiedere libertà per i prigionieri e per Padre Paolo Dall'Oglio, in solidarietà con i profughi palestinesi vittime della repressione di Assad. La manifestazione sarà inoltre utile per sensibilizzare le persone sul tema e chiedere protezione umanitaria e accoglienza per tutti i profughi siriani. L'appuntamento è sabato 15 marzo 2014 in piazza della Repubblica alle 15.