Il Lazio approva nuove norme contro la violenza sulle donne

13/03/2014 di Redazione
Il Lazio approva nuove norme contro la violenza sulle donne

Dopo un censimento delle strutture anti-violenza nel Lazio, è stato stanziato un milione di euro per diversificare i servizi e rafforzare le strutture sul territorio. I fondi sono destinati a cinque centri con servizi di consulenza e accoglienza, sette case rifugio a indirizzo segreto e dieci sportelli dedicati alle attività di informazioni e smistamento. Tra le novità c'è l'istituzione delle case di semi-autonomia, strutture di secondo livello pensate per quelle donne che, pur non essendo in pericolo, non hanno raggiunto una piena autonomia nel momento dell'uscita dal centro. Per quanto riguarda la sedi sarà la Regione ad occuparsene, individuando le strutture e concedendole in comodato d'uso. È previsto inoltre un intervento più incisivo per chi commette reato di violenza, obbligato ad un percorso psicologico volto a monitorare e rieducare. Le nuove norme derivano da una situazione d'emergenza: nel 2013 c'è stato un picco di violenze ai danni delle donne con un sensibile incremento rispetto agli anni precedenti e sono state 134 le donne vittime, circa 10 in più del 2012. Quel che auspica la Regione è di tamponare la questione, trattandola preventivamente, per limitare il problema all'origine.