Tre anni di guerra in Siria: le ong internazionali si appellano ai “grandi”

20/03/2014 di Redazione
Tre anni di guerra in Siria: le ong internazionali si appellano ai “grandi”

Nel terzo anniversario del conflitto in Siria, le maggiori organizzazioni internazionali lanciano un appello per mobilitare i governi. Amnesty International, Oxfam, Hand in Hand for Syria, International Rescue Committee e Save the Children sono tra le 115 organizzazioni umanitarie e per i diritti umani di oltre 24 paesi che chiedono ai leader mondiali che questo sia l'ultimo anniversario di sangue della crisi siriana. Secondo gli ultimi dati forniti dall'Onu, tre anni di crisi in Siria hanno prodotto oltre 2.500.000 rifugiati, 9.300.000 persone che necessitano di assistenza umanitaria in Siria e oltre 6.500.000 profughi interni. Il numero dei rifugiati siriani è superiore a quello dei rifugiati provocati delle guerre dell'ex Jugoslavia degli anni Novanta ed è almeno il doppio dei rifugiati causati del genocidio ruandese del 1994. Le organizzazioni promotrici dell'appello formulano tre richieste a tutte le parti coinvolte nel conflitto e a coloro che su di esse possono esercitare qualche influenza: porre fine agli attacchi contro le zone abitate da civili e gli edifici civili, rispettando le leggi di guerra e i diritti delle persone colpite dal conflitto; assicurare che gli aiuti arrivino a tutti coloro che ne hanno bisogno, cessando gli assedi e gli attacchi contro gli operatori umanitari e finanziando adeguatamente i programmi di aiuto; coinvolgere nei negoziati di pace tutti coloro che possono avere un ruolo nel disegnare il futuro della Siria, come gli organismi della società civile e le donne. Molte le manifestazioni in tutto il mondo a sostegno dell'iniziativa, come veglie, illuminazioni di luoghi simbolici e il lancio di palloncini ispirati a un'immagine realizzata da Bansky contenenti messaggi di speranza per la Siria.