La Festa della Liberazione

24/04/2014 di Redazione
La Festa della Liberazione

Il 25 aprile si celebra il 69esimo anniversario della liberazione d'Italia dalla occupazione dall'esercito tedesco e dal governo fascista avuta luogo nel 1945.
Dopo la liberazione d'Italia dai nazifascisti i gruppi politici della Resistenza hanno ricostruito il nuovo stato italiano. Un nuovo stato basato sulla democrazia e sul rispetto delle libertà. Questa era l'idea dei costituenti della Repubblica.
Ogni anno in tante città italiane vengono organizzati cortei e manifestazioni per festeggiare e ricordare la festa della liberazione. Torino e Milano furono liberate il 25 aprile del 1945: questa data è stata assunta quale giornata simbolica della liberazione dell'Italia intera dal regime fascista. Anche quest'anno molte saranno le iniziative tra queste, all'Arena di Verona, "L'arena di Pace e disarmo", una giornata di resistenza e liberazione. "La resistenza oggi si chiama nonviolenza. La liberazione oggi si chiama disarmo". Questo lo slogan di gruppi, associazioni e movimenti provenienti da ogni parte d'Italia che si incontreranno per "L'arena di Pace e disarmo" che aprirà le porte dell'anfiteatro veronese ai pacifisti di ogni estrazione politica e civile. Gli organizzatori scrivono nell'appello "L'Italia ripudia la guerra, ma noi continuiamo ad armarci. Crescono le spese militari, si costruiscono nuovi strumenti bellici. Il nostro Paese, in piena crisi economica e sociale, cade a picco in tutti gli indicatori europei e internazionali di benessere e di civiltà, ma continua ad essere tra le prime 10 potenze militari del pianeta, nella corsa agli armamenti più dispendiosa della storia. Ne sono un esempio i nuovi 90 cacciabombardieri F35, il cui costo di acquisto si attesta sui 14 miliardi di euro, mentre l'intero progetto Joint Strike Fighter supererà i 50 miliardi di euro; il nostro paese, inoltre, "ospita" 70 bombe atomiche statunitensi B-61 (20 nella base di Ghedi a Brescia e 50 nella base di Aviano a Pordenone) che si stanno ammodernando, al costo di 10 miliardi di dollari, in testate nucleari adatte al trasporto sugli F-35"
Continua a leggere (http://arenapacedisarmo.org/appello/)