Richiedenti asilo, l’EASO pubblica i dati dei primi mesi del 2014

17/04/2014 di Redazione
Richiedenti asilo, l’EASO pubblica i dati dei primi mesi del 2014

L'European Asylum Support Office (EASO) ha pubblicato i primi dati relative ai richiedenti asilo nell'area allargata UE (i 28 Paesi membri più Svizzera e Norvegia) per i primi mesi del 2014. i richiedenti asilo registrati a febbraio sono scesi del 14% rispetto a gennaio, seguendo un andamento stagionale, da 40 mila a 35 mila circa. Fra dicembre e gennaio erano aumentati dopo una diminuzione registrata fra ottobre (quando erano stati in tutto 50 mila circa) e dicembre.
Il maggior numero di richieste è stato registrato in Germania, Francia, Svezia e Italia. Si conferma il flusso elevato di richieste da cittadini siriani. Anche i Balcani occidentali s confermano come la macro-regione da cui provengono più richiedenti: a febbraio sono stati il 16% del totale delle persone che hanno chiesto protezione nell'Unione allargata (la stessa percentuale registrata guardando a tutto il 2013, quando i richiedenti che avevano lasciato i "Western Balkans" erano stati in tutto oltre 70 mila. Sempre nel 2013 hanno chiesto protezione nella sola Ue a 28 Paesi oltre 22 mila serbi, 20 mila kossovari, 11 mila macedoni, altrettanti albanesi e 7.000 cittadini della Bosnia-Erzegovina). L'European Asylum Support Office segnala il nuovo flusso di richiedenti fuggiti dal Gambia, peraltro già iniziato nel 2013. Nell'anno i richiedenti gambiani nella sola Unione Europea sono più che raddoppiati rispetto al 2012 e hanno raggiunto le 3.600 persone, che hanno chiesto asilo in particolare in Italia.