Bassa Sabina: parte la raccolta dei rifiuti porta a porta

05/06/2014 di Redazione
Bassa Sabina: parte la raccolta dei rifiuti porta a porta

Nel territorio dell'Unione dei Comuni Bassa Sabina è ufficialmente partita in questi giorni la raccolta differenziata dei rifiuti col sistema "porta a porta". Hanno iniziato i comuni di Cantalupo e Tarano ed entro il mese di giugno tutti gestiranno la raccolta con il nuovo sistema. La prossima settimana toccherà ai comuni di Forano e Stimigliano, in quella dal 16 al 22 giugno sarà il turno di Montopoli e dal 23 al 29 giugno chiuderà Poggio Mirteto. Prima dell'iniziativa ci sono stati incontri preliminari formativi con i cittadini con lo scopo di sensibilizzare ed educare la popolazione delle realtà interessate. Sono inoltre stati distribuiti bidoncini nei quali confluiranno i rifiuti precedentemente separati, e poi inizierà la raccolta vera e propria presso i domicili dei residenti da parte degli operatori della ditta Gea srl di L'Aquila che ha vinto l'appalto del servizio. L'obiettivo della raccolta differenziata nel territorio è quello di portarla subito al massimo della percentuale, puntando sulla collaborazione dei cittadini in una zona circoscritta. Chi non ha ancora ritirato i bidoncini contenitori ha ancora la possibilità di farlo presso la sede della società in località Capacqua a Poggio Mirteto Scalo. Chi al momento della raccolta sarà sprovvisto del kit potrà ancora gettare i rifiuti nei cassonetti tradizionali, ma nel giro di qualche tempo verranno completamente rimossi e la raccolta col nuovo sistema andrà a regime in maniera definitiva ovunque nei Comuni dell'Unione Bassa Sabina. La novità riguarderà circa 20mila abitanti e a livello domestico la separazione dei rifiuti dovrà avvenire tra organico, secco e umido, vetro, plastica, carta e alluminio. Come già in uso in alcune zone residenziali della capitale, ci saranno dei giorni prestabiliti dedicati al ritiro dei vari tipi di rifiuti.