Giornata Mondiale del rifugiato: le iniziative

19/06/2014 di Redazione
Giornata Mondiale del rifugiato: le iniziative

Per sensibilizzare l'opinione pubblica mondiale sul tema della protezione internazionale e delle migrazioni forzate in tutti i suoi vari aspetti, il 20 giugno è diventato la Giornata Mondialedel Rifugiato. Celebrata inizialmente in alcuni paesi dell'Africa come Giornata Africana del Rifugiato, con la risoluzione dell'Assemblea Generale delle Nazioni Unite del 4 dicembre 2000, n. 55/76 la Giornata del Rifugiato è stata fatta propria dalle Nazioni Unite ed è diventata "mondiale".
La "mondializzazione" della ricorrenza fu voluta come segno di solidarietà con il continente africano che ospitava e ospita ancora il maggior numero di rifugiati e nei confronti dei quali ha tradizionalmente mostrato estrema generosità.
Ogni anno molte sono le iniziative per commemorare questa Giornata.
A Roma il Centro Astalli il 18 giugno ha commemorato la giornata con "Chi chiede asilo lo chiede a te. La vera sicurezza è l'ospitalità" presso la Pontificia Università Gregoriana, Aula Magna, Piazza della Pilotta 4 - Roma. Sono intervenuti l'on. Enrico Letta, deputato, Mons. Virginio Colmegna, presidente Casa della Carità di Milano, P. Giovanni La Manna sj, presidente Centro Astalli modera Paolo Ruffini direttore TV2000. L' evento è stato realizzato in collaborazione con la Pontificia Università Gregoriana.
Sempre in vista della Giornata mondiale del Rifugiato, il 18 giugno alle ore 12.00 presso Palazzo Chigi, Anci -Servizio centrale dello SPRAR ha presentato l'iniziativa "Da rifugiati a cittadini. Cronache di quotidiana convivenza".  Un contest giornalistico rivolto ai giornalisti attivi nelle testate locali, sia cartacee che online, premierà le storie che raccontano in maniera più efficace l'integrazione di rifugiati e richiedenti asilo sui territori, destrutturando così stereotipi e pregiudizi che spesso si associano al racconto su questi temi. Per approfondire clicca qui.
Anche il Teatro Valle Occupato, Action e Agenzia Diritti in occasione della Giornata del Rifugiato organizzano il 19 giugno "MADIBA-MANDELA PROJECT / M2P diritti e dignità per il lavoro migrante". Arte, musica e idee alla vigilia della 100° Giornata mondiale del rifugiato
Lancio della campagna M2P per il diritto di soggiorno degli irregolari. Il 19 giugno vanno in scena i bisogni e le rivendicazioni, testimonianze e analisi, ma anche il ritmo forsennato delle percussioni e l'incanto della kora africana, una serata di festa e di riflessione alla vigilia della 100° Giornata mondiale del Rifugiato. Dopo il presidio nei mesi scorsi in Piazza Esquilino, con l'avvio della class action dei migranti per il diritto di soggiorno, M2P rilancia la sfida per i diritti dei sans papiers con le armi della cultura, trovando il sincero sostegno e l'ospitalità del Teatro Valle Occupato.
A partire dalle ore 18.00 si discuterà di calcio e potere nell'ambito della rassegna "PunKinari - cronache di un mondiale di mezza estate", un accostamento ardito (ma non troppo) tra le devastazioni del modello culturale dominante nel mondo del calcio e nella società. Dalle ore 21.00, il ritmo frenetico dei percussionisti di strada made in Ghana introdurrà e scandirà gli interventi e le testimonianze dei migranti. DAOUDA SANOGO, attivista della campagna M2P, e l'avvocato immigrazionista NICOLA PARISIO faranno il punto sulla condizione giuridica dei migranti e rifugiati, rilanciando la proposta di modifica della legge sullo sfruttamento lavorativo dei migranti e rifugiati. Dalla battaglia contro i CIE alle MIGRAZIONI FORZATE alla emergenza ACCOGLIENZA, si alterneranno testimonianze dell'associazione A SUD sulle migrazioni ambientali, degli studenti della associazione ASINITAS dal Cara di Castelnuovo e della rete NO CIE. Dalle ore 22.30 il reggae meticcio di SANDRO JOYEUX darà voce al sogno di giustizia dell'Africa errante.
Il Comune di Formia ha ufficialmente aderito alla Giornata Mondiale del Rifugiato". Per la ricorrenza, il comune ha promosso una serie di iniziative.
Si parte alle ore 11.30 con una conferenza stampa presso la Sala Sicurezza del Comune. Il Sindaco Sandro Bartolomeo, l'Assessora ai Servizi Sociali Eliana Talamas, i volontari delGUS (Gruppo Umana Solidarietà) stileranno un primo bilancio sul progetto che ha portato a Formia 24 persone richiedenti asilo politico, ospiti dell'oratorio Don Bosco.
Sempre venerdì, a partire dalle ore 18.00, saranno aperti punti di informazione dislocati sul territorio. Alle 19 l'incontro pubblico presso la villa comunale dal titolo "Persone che fuggono: i richiedenti protezione internazionale". Interverranno gli ospiti della struttura di accoglienza e i referenti di organizzazioni ed enti operanti nel settore. Alle 20.30, sempre presso la villa comunale, sarà possibile raccogliere le iscrizioni per il torneo di calcetto "Mondialito" in programma il 28 di giugno. Contestualmente, saranno aperti stand informativi e gastronomici con la distribuzione di oggetti-ricordo. Chiusura con musiche e danze in compagnia dei rifugiati ospiti a Formia.
A Bologna la commemorazione della Giornata del Rifugiato è iniziata già da qualche giorno con mostre, spettacoli teatrali e laboratori. "Bologna: una città che accoglie" è il titolo di tutte le inziative interne al Programma della campagna di comunicazione Bologna cares! del Comune di Bologna. Il 21 giugno dalle 9.00 alle 14.00 pressola Biblioteca Salaborsa, piazza Nettuno, 3 - Auditorium Enzo Biagi si terrà il convegno "L'Italia e il sistema europeo comune di asilo". A confronto rappresentanti della Commissione europea, del Governo italiano, delle istituzioni locali, di agenzie europee di accoglienza e della società civile. Fa parte di questo programma anche una mostra sul fumetto "Come il Titanic". La mostra comprende le tavole disegnate contenute nel volume, insieme ai testi e alle immagini delle edizioni 2013 e 2014 dei Diari da uno spettacolo.